Crisi, famiglie indebitate e poche tutele per i prestiti

    1
    15

    I prestiti personali sono in calo. Dall’ultimo bollettino statistico di Banca di Italia si evince chiaramente il declino delle percentuali di erogazione; malgrado ciò le famiglie italiane non sono lontane dalla crisi, una grossa fetta può dirsi indebitata a causa di un mutuo, un prestito personale o una cessione del quinto dello stipendio o della pensione.
    La Commissione Finanze della Camera ha svolto una indagine sui prestiti personali concludendo che l’indice di erogazione alle famiglie è diminuito del 6,4% rispetto allo scorso anno, mentre la richiesta di prestiti e mutui è addirittura cresciuta. Ancora una volta, come abbiamo sottolineato in diverse occasioni, il problema diventa l’accesso al credito; i tassi di interesse sono piuttosto bassi al momento (il taeg a gennaio è sceso da 3,01% a 2,89%) ma le famiglie non riescono a far fronte ai debiti già contratti e gli è impossibile garantire per nuovo credito.
    La denuncia della Commissione Finanze della Camera è che i prestiti personali offrono scarsa tutela ai consumatori, hanno costi troppo elevati e superiori alla media europea e sono poco trasparenti. I tassi passivi applicati sono dell’1,5% più alti rispetto alla media delle altre nazioni europee; anche su questo, insomma, mancherebbe una reale concorrenza.
    Fonte: http://www.helpconsumatori.it/news.php?id=26890

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here