Centrale rischi: chi non paga dev’essere avvisato prima della segnalazione

    0
    14

    Le banche hanno l’obbligo di informare preventivamente e per iscritto, il soggetto il cui credito e` giudicato “in sofferenza”.
    A precisarlo è la Banca d’Italia che di recente ha pubblicato un aggiornamento della circolare 139 del 1991 in materia di istruzioni per gli intermediari creditizi sulla segnalazione alla Centrale rischi.
    La centrale rischi raccoglie i dati sulla situazione dei crediti di cassa e di firma e sull’eventuale posizione debitoria dei soggetti a cui viene concesso un finanziamento.
    Inoltre se un cliente dovesse contestare la segnalazione trasmessa alla Centrale dei rischi e presentare ricorso all’autorità giudiziaria le banche e gli intermediari sono tenuti ad ottemperare, senza ritardo, agli ordini dell’Autorità e a procedere alla cancellazione della segnalazione di sofferenza. 
    Banca d’Italia può quindi richiedere all’intermediaro tramite posta elettronica certificata o a mezzo fax la rettifica immediata della segnalazione oggetto di verifica dell’autorità giudiziaria.
    Con questa precisazione Bankitalia invita le banche non solo a migliorare la trasparenza nei confronti del cliente ma anche ad un’analisi più scrupolosa della posizione del cliente, che una volta  segnalato nelle centrali di rischio come insolvente perde l’affidabilità di questi soggetti e la possibilità di ottenere nuovi prestiti.
    fonte: ItaliaOggi 16 marzo 2010

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here