I 5 migliori mutui a tasso fisso o variabile

    0
    42

    Pochi giorni fa CorrierEconomia ha pubblicato un interessante articolo dove grazie ad una simulazione, si è definito quali sarebbero i 5 migliori mutui divisi per tipologia, quelli cioè che comporterebbero il maggior vantaggio per i mutuatari. Dopo aver analizzato una serie di dati statistici di media nazionale, sono stati presi in considerazione parametri medi di riferimento ovvero: un mutuo a 20 anni, nel primo caso a tasso fisso e nel secondo uno a tasso variabile; ed un mutuo a 30 anni a tasso variabile seguito da uno a tasso fisso.
    Il mutuo della simulazione eroga un ammontare di 100.000 euro, cifra non equivalente al valore della casa. Rispetto al valore attuale di partenza il tasso di crescita dei tassi di interesse applicati è stato calcolato in crescita di 1,2,3,4 punti con una media regolare nel tempo.
    Vediamo quindi quali sono i 5 migliori mutui attualmente sul mercato, suddivisi per categoria di tasso e durata;

    Mutuo a 20 anni a tasso fisso

    Banca Rata mensile
    1 Cariparma 654
    2 Intesa San Paolo 660
    3 Bnl 660
    4 Ing Direct 672
    5 Barclays 646

    Mutuo a 20 anni a tasso variabile

    Banca Rata mensile media
    1 Cariparma 483
    2 Banca Monte dei Paschi di Siena 488
    3 CheBanca 497
    4 Ing Direct 497
    5 Banca popolare di Bari 499

    Mutuo a 30 anni a tasso fisso

    Banca Rata mensile
    1 Cariparma 530
    2 Barclays 518
    3 Bnl 537
    4 Banca popolare di Lodi 550
    5 Intesa San Paolo 549

    Mutuo a 30 anni a tasso variabile

    Banca Rata mensile media
    1 Cariparma 351
    2 CheBanca 361
    3 IngDirect 361
    4 Barclays 332
    5 Monte dei Paschi di Siena 356

    In molti casi il passaggio di mutuo da tasso fisso a tasso variabile si può ottenere con una certa flessibilità grazie ai cosiddetti mutui a tasso misto che permettono, appunto, il passaggio da un tasso all’altro a scadenze programmate nel tempo. Secondo i calcoli dei maggiori operatori dimercato però, i mutui a tasso misto restano meno convenienti, nel lungo termine, rispetto ai tassi variabili puri.
    Fonte: CorrierEconomia 08/03/2010 Pag 7

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here