L'Anci denuncia le case fantasma

    0
    49

    Famiglie che faticano a pagare mutui e affitti, mercato immobiliare congelato, 600mila famiglie in coda in attesa di un alloggio sociale e 4 milioni di case fantasma.
    È questa la denuncia dell’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani; per una volta tutti d’accordo indipendentemente dal partito politico, si esprimono attraverso il loro Presidente per le Politiche Abitative, Roberto Tricarico, che annuncia: “bisogna rendere il canone più conveniente e alleggerire le tasse a chi affitta; soltando fornendo incentivi fiscali ai proprietari, quali l’azzeramento dell’ici per chi pratica canoni calmierati, una tassa fissa del 2% sulla rendita derivante dalla locazione e la totale deducibilità dell’affitto da parte degli inquilini sulla denuncia dei redditi, si può favorire l’incontro fra domanda e offerta
    Bonus per chi affitta e per chi è in affitto, questo secondo l’Anci la maniera adatta a far riemergere tutti i 4 milioni di appartamenti fantasma ovvero vuoti e sfitti per il 25%, o peggio ancora, affittati in nero.Una perdita per il fisco di ben 9 miliardi di euro l’anno ed un problema per i comuni che devono poi utilizzare aree nuove e fondi inesistenti per costruire alloggi pubblici quando basterebbe mettere a reale disposizione dei cittadini e della citta, quelli già esistenti.
    Il governo deve isttuire un’agenzia nazionale per l’affitto in grao di mettere in rete sportelli e vigilare sul sommerso”, questa l’ultima richiesta dei sindaci; e prima sarà, prima si potrà risolvere il problema sociale delle abitazioni.
    Fonte: La Stampa 25/02/2010 Pag. 23

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here