Eurispes: banche lontane dalle famiglie italiane

    0
    17

    eurispes-bancheMoratoria mutui, prestiti agevolati, rate posticipate… Agli italiani queste misure non bastano e continuano a ritenere che le banche siano lontane dalle loro esigenze finanziare.
    Il giudizio negativo arriva dal Rapporto Italia 2010 presentato dall’Eurispes: la maggioranza degli intervistati considera le banche come soggetti cui rivolgersi per far fronte a spese altrimenti insostenibili per il proprio reddito e risparmio, ma non pensa che il sistema bancario sia in grado di farsi carico pienamente dei problemi o delle necessità dei cittadini.
    In particolare, l’86,1% ritiene che il sistema bancario italiano non sia in alcun modo o poco in grado di farsi carico dei problemi e delle necessità delle famiglie (rispettivamente il 46,6% e il 39,5%). Il 55,2% degli italiani è inoltre “molto convinto” che le banche “diano credito solo a chi dimostra già di possedere beni.
    Altro giudizio negativo è stato espresso sull’onerosità dei prestiti bancari dal momento che la maggioranza di coloro che ha avuto accesso al credito bancario negli ultimi tre anni ritiene che il tasso di interesse applicato sia alto (45,7%). Uno su tre (32,2%) ritiene, viceversa, che il tasso di interesse applicato al prestito bancario concesso sia adeguato e poco piu’ di uno su dieci (14,5%) che sia contenuto.
    La pagella delle banche si chiude con un sufficienza risicata anche in materia di qualità dei servizi offerti : il 78,4% dei cittadini, circa tre su quattro esprime un parere negativo o solo sufficiente, contro il 12,3% che esprime un giudizio positivo e il 2,5% molto positivo. Tuttavia, nel 52,1% dei casi i clienti ritengono che i servizi offerti dalle loro banche siano qualitativamente adeguati alle loro esigenze (giudizio sufficiente).
    fonte: http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=695477&lang=it

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here