Cambi di vertice all’Abi si cerca un equilibrio

    0
    15

    Abi cambi di verticeSembra un anno di cambiamenti ai vertici economici di tutto il mondo; dopo le attese polemiche sulle elezioni degli organi di governo economico europeo (Bce, vicepresidenza Bce…) tocca adesso ai vertici dell’Associazione Bancaria Italiana.
    Ancora 6 mesi alla scadenza del mandato dell’attuale presidente dell’Abi – Corrado Faiassola, già al suo secondo mandato presso l’Associazione Bancaria Italiana.
    La nomina del candidato dovrebbe ufficialmente arrivare solo tra qualche mese, ma sarà il frutto di lunghe e delicate negoziazioni più o meno formali tra i vertici bancari italiani. Importante, inoltre, è raggiungere un’accordo sulla nomina, in particolare tra i due più grandi gruppi bancari italiani, Unicredit e Intesa San Paolo. Una comunione di scelta, infatti, sarebbe il primo passo verso una nomina solida e coesa, quindi utile più che mai all’Italia in questo periodo di diffidenza e insicurezza.
    Ancora agli inizi le indiscrezioni sulla possibile rosa di nomi papabili, che dovranno per forza di cose essere esterni a questi due gruppi bancari. L’idea di fondo è rendere ancora più forte il ruolo dell’Abi nell’economia italiana. Una possibilità che, sembra, potrebbe portare i frutti sperati, sarebbe sostenere la candidatura  dell’attuale presidente del Monte dei Paschi di Siena, Giuseppe Mussari, ex presidente della Fondazione Mps e vicepresidente dell’Acri; Mussari sarebbe un candidato forte e condiviso, ma bisognerà aspettare ancora diverso tempo prima di sapere con certezza come si muoveranno i vertici italiani.
    Fonte: Il Sole 24 Ore 28/01/2010 Pag. 37

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here