Nuovi fondi per lo sviluppo del sud

    0
    10

    fondi al sudAnche per il nuovo anno lo sviluppo del sud resta una priorità ed il ministro per lo sviluppo economico Scajola non può rinunciarvi. Da napoli, dove ha partecipato al convegno di Nuova Italia è lo stesso Scajola ad anticipare il contenuto delle norme, presto varate dal governo, per il sostegno del sud Italia.
    Agevolazioni per il rientro dei giovani meridionali emigrati e fondi nazionali e straordinari (provenienti, oltre che dallo stato, dai progetti dell’Unione Europea e del Fas) che verrano dirottati al sud Italia per sostenere programmi operativi di alto valore.
    La parola d’ordine sarà bando agli sprechi. Tutti i progetti che rientreranno nel piano per il sud dovranno essere, infatti, pienamente sostenibili e soprattutto realmente utili allo sviluppo del paese. Una delle novità saranno gli incentivi erogati per spingere le imprese del sud a quotarsi in borsa, sembra, infatti, che su 280 società nazionali presenti sul mercato azionario, solo 11 siano dislocate al sud Italia.
    Tutte le normative accennate, dovranno logicamente ottenere l’approvazioen di Bruxelles per evitare di incorrere in sanzioni postume dovute all’erogazione di finanziamenti finalizzati; in più la versione definitiva del provvedimento dovrà essere presentata ufficialmente, cosa che avverrà solo ad inizio Febbraio. Ma il Ministro Scajola sembra deciso: le aziende del sud hanno bisogno di svilupparsi ed il metodo della quotazione in borsa è quello previsto dallo stato in alternativa al finanziamento ed al prestito finalizzato.  Molti i progetti che avranno l’appoggio dei fondi europei, Fas e fondi nazionali e si spera che questa nuova iniezione di attività e capitali porti una reale spinta allo sviluppo del territorio
    Fonte: il sole 24 ore 26/01/2010 Pag. 5

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here