Prestiti finalizzati per pagare gli avvocati italiani

    0
    16

    LawyerLo Stato non versa le parcelle e gli avvocati si rivolgono alle banche. Parcelle insolute dal 2006 è questa la denuncia dell’ordine degli avvocati che decide di correre ai ripari. Impensabile che un dipendente del Foro Italiano non possa recuperare il credito di fatture in sospeso per servizi resi da anni.
    Alcuni fori, in particolare l’ordine di Torino – afferma Mauro Ronco presidente dell’ordine – si sono affidati ad alcune società di factoring, solo in via sperimentale, garantendo la possibilità di accedere alla cessione del credito per un numero molto esiguo di avvocati”.
    Un finanziamento finalizzato per l’anticipo delle spese da liquidare dallo Stato. A Monza, poi, si va ancora oltre, l’ordine presieduto da Attilio Carlo Villa, ha messo in atto una convenzione con Banca Carige che aiuta i clienti ad ottenere prestiti al fine di pagare le parcelle dei propri legali fino ad un massimo di 10.000€.
    Fonte: ItaliaOggi 15/01/2010 Pag. 9

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here