Prestiti alle imprese bloccati dalle banche

Prestiti alle impreseÈ il paradosso del momento, troppi soldi per le banche troppi pochi per le aziende. A giudicare dai dati di EuroTower che hanno analizzato un campione di 6 mila Pmi europee, il 33% delle aziende ha ancora più difficoltà ad accedere al credito rispetto al passato, spesso per mancanza di garanzie.
I prestiti alle imprese tendono ad essere rifiutati, ma le banche non mancano certamente di liquidità. Lo ha ammesso anche Mario Draghi, Governatore della Banca di Italia “In tutti i comparti di attività economica i prestiti crescono meno per le aziende piccole rispetto a quelle di medie e grande dimensione”.  Purtroppo la richiesta di sempre maggiori e più complesse garanzie limita l’accesso ai prestiti proprio nel periodo di maggiore necessità.
Secondo Antonio Ricciardi, docente di Scienze Aziendali dell’Universtià di Calabria, “sarebbe opportuno rendere variabili nel tempo i requisiti patrimoniali e prevedere [… ] che gli accantonamenti aumentino in situazioni congiunturali favorevoli e si riducano in tempi di crisi”. Ma le imprese non devono certamente adagiarsi sugli allori, è bene infatti che esse si rendano conto del ruolo fondamentale della finanza nel piano di produzione aziendale e corrano ai ripari nella progettazione degli investimenti.
Fonte: Economy 13/01/2010 Pag. 31