Riforma del sistema bancario per battere la crisi

    0
    12

    BancheConti Corrente di ogni tipo difficili da valutare, mutui e prestiti a tassi estremamente variabili, la confusione dei consumatori è alta e gli organismi europei devono intervenire. Ecco allora che arrivano riforme bancarie di ogni genere per richiedere chiarezza nei fogli informativi, più attenzione al cliente e soprattutto un maggiore tasso di comunicazioni internazionali tra organismi simili.
    Secondo Jean-Claude Trichet, presidente dell’istituto BCE di Francoforte, è necessario proporre nuovi cambiamenti e assicurare maggiori poteri all’Eurotower. Il settore finanziario infatti, ritiene Trichet, deve poter accedere a maggiori informazioni ed ampliare la sua rete di collaborazione per poter superare la crisi mantenendo una stabilità delle banche, e potendo quindi offrire al mercato del consumo la possibilità di accedere a prestiti e mutui a tassi vantaggiosi e sicuri.
    La chiave risiederebbe nell’informazione: “C’è una forte necessità di far cooperare la nuova autorità con la Bce e con le banche centrali dei singoli paesi – ha spiegato Trichet – l’accesso a determinate informazioni è di fondamentale importanza soprattutto in periodi di crisi“. Sarà per questo, forse, che il membro del consiglio di amministrazione del nuovo European Systemic Risk Board, punta alla creazione di una regolamentazione più chiara ottenuta grazie alla creazione di un forte legame con le banche nazionali e che dobrebbe portare ad una stabilità del sistema finanza europeo.
    Fonte: Finanza Mercati 13/01/2010 Pag. 2

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here