Inps: più controlli sui tassi di interesse della cessione del quinto

    0
    12

    inpsPiù controlli antiusura sulle Cessione del quinto da parte dell’Inps.  A seguito della rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali, l’istituto di previdenza sociale, col messaggio n.30274, chiarisce che per le operazioni di finanziamenti tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione i nuovi tassi sono del 15,43% per importi di finanziamento fino a 5 mila euro e del 12,46% per importi superiori.
    I nuovi tassi sono operativi solo per i contratti sottoscritti dal 1° gennaio 2010.
    L’Inps ha inoltre introdotto una serie di nuovi controlli: in primis sarà verificato che l’importo erogato corrisponda a quello del debito complessivo ridotto di tutte le trattenute (interessi, assicurazione, spese a vario titolo, costo del servizio, imposte e tasse).
    In secondo luogo, sarà controllato che il tasso applicato non sia superiore alla soglia del tasso antiusura. Il Teg, come abbiamo avuto modo di spiegare in un precedente articolo, sarà calcolato prendendo a base l’importo complessivo del debito ridotto di tutte le trattenute (interessi, assicurazione, spese a vario titolo, costo del servizio) a esclusione delle imposte e tasse.
    L’ultimo controllo riguarda il tasso convenzionale, ad oggi fissato con una percentuale massima del 7,7% per prestiti al di sotto dei 5 mila euro e del 6,8% per prestiti sopra i 5 mila euro. Saranno esclusi dal calcolo gli importi dell’assicurazione, del costo del servizio e delle imposte e tasse. Ove la procedura dovesse riscontrare il superamento del tasso convenzionale, un avviso segnalerà che il contratto non rispetta il tasso da convenzione.
    Fonte: ItaliaOggi 9 gennaio 2009

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here