Istruttorie dell’Antitrust su Abi e Bancomat

    0
    19

    bancomatL’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha avviato due istruttorie per possibili intese restrittive nei confronti dell’Abi e del consorzio Bancomat.
    Il primo procedimento è rivolto all’accordo interbancario, predisposto dal Consorzio Bancomat, sulle condizioni che regolano il servizio di pagamento presso i Pos (Point of sale) esistenti sul territorio nazionale attraverso l’utilizzo della carta Pagobancomat.
    Il secondo procedimento ha come oggetto gli accordi interbancari, predisposti dall’Abi, per i servizi di incasso di crediti Riba (ricevuta bancaria elettronica) e Rid (rapporti interbancari diretti). Inoltre, il procedimento ha a oggetto gli accordi interbancari, predisposti in seno al consorzio Bancomat, relativi al servizio di prelievo di contante con la carta Bancomat presso gli sportelli bancari automatici (Atm) convenzionati.
    I procedimenti, il cui termine è previsto per il 31 ottobre 2010, dovranno «verificare se le commissioni interbancarie fissate da Abi e dal Consorzio Bancomat siano effettivamente necessarie in base al principio di efficienza economica o se invece riducano gli spazi per la competizione tra banche con effetti negativi per l’utenza finale».
    L’intento dell’Antitrust è quello di limitare le commissioni interbancarie che, anche se indirettamente, influiscono sui costi dei conti correnti e della carta Bancomat. Al momento le commissioni applicate al Pago Bancomat sono di 58 centesimi per il prelievo dei contanti e di 57 centesimi per quella per dell’incasso (Riba).
    Già nel 2006 l’Antitrust aveva già svolto un’istruttoria sulle commissioni che si era conclusa dodici mesi dopo con gli impegni dell’Abi e del consorzio a ridurre i prezzi applicati tra banche da un minimo dell’11% a un massimo del 64% nonché all’eliminazione di altre commissioni intermedie le commissioni interbancarie.
    fonte: http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/economia/banche-credito/antitrust-bancomat/antitrust-bancomat.html

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here