Altroconsumo: attenzione alle clausole vessatorie delle carte revolving!

clausole-vessatorie-carte-revolvingAltroconsumo diffida dieci società finanziarie per l’utilizzo di clausole vessatorie all’interno del contratti di carte revolving.
Queste clausole determinano a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto. “Il titolare è in balìa di condizioni che cambiano unilateralmente senza avere la possibilità reale di esercitare il diritto di recesso previsto dalla legge. Ed è anche costretto a pagare penali salate (fino al 30%) se ritarda nei pagamenti.”Nell’indagine condotta da Altroconsumo, in collaborazione con le Camere di Commercio di Roma e Milano sono coinvolte:
Accord Italia,
Agos,
American Express Italia,
Carrefour servizi finanziari,
Cartasì,
Compass,
Consel,
Ducato,
Findomestic,
Unicredit Family Financing Bank.

 
Tra giugno e ottobre di quest’anno sono arrivate agli esperti di Altroconsumo 4.910 le telefonate su banche e servizi di pagamento. Tra le segnalazioni scritte 1.432 riguardano credito e disservizi e ben il 10% le carte revolving.
La richiesta di Altroconsumo alle dieci società di credito è netta, secondo quanto previsto dal Codice del Consumo (articolo 140): cessare la distribuzione dei formulari e dei contratti contenenti le clausole vessatorie, interrompere ogni richiesta contenuta in tali clausole e modificare i contratti. Altrimenti l’associazione si rivolgerà al giudice.
fonte: http://www.altroconsumo.it/sistemi-di-pagamento/clausole-vessatorie-nelle-carte-revolving-dieci-societa-diffidate-s260033.htm