Home » Conto corrente

Prestare soldi non conviene, meglio puntare alle commissioni

15 gennaio 2010
Pubblicità

EuriborSi sa, il mercato dei prestiti risente delle oscillazioni dell’Euribor ma con l’arrivo al 100,6% del famoso indice le banche scuotono la testa e affermano di non potersi più affidare ai prestiti per un guadagno. Si ferma quindi l’erogazione del credito ed ancora una volta ne paga le spese il cittadino.

C’è però chi guarda al futuro ed ammette che le previsioni parlano di una ripresa nella seconda metà del 2010, ripresa che dovrebbe riportare le banche sull’onda lunga del prestito e del mutuo rialzando il morale di molti gruppi finanziari.

In attesa, però, di questi floridi tempi le banche puntano su altre commisioni: quelle sui servizi tradizionali, sui conti e depositi o forse sui nuovi limiti delle commissioni di massimo scoperto. Sempre peggio per gli investitori che vedranno il loro denaro rimpolpare le casseforti delle banche ma non riusciranno facilmente ad ottenerne in prestito da quegli stessi enti che nutrono.

Fonte: Il Sole24Ore 15/01/2010 Pag. 5 – 13/01/2010 Pag. 42


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>