Home » Carte di credito

Sistema Chip e Pin per mettere in sicurezza le carte di credito

19 febbraio 2010
Pubblicità

Phishing, e frodi informatiche sono ormai all’ordine del giorno. Per favorire l’utilizzo delle carte di credito rispetto al contante e lo sviluppo dell’e-commerce è stato quindi necessario generare norme antifrode che garantissero un alto livello di sicurezza agli utilizzatori di questo metodo di pagamento.

Con l’introduzione di una nuova normativa l’OLAF, l’Ufficio europeo par la Lotta Antifrode ha decretato che tutte le carte messe in circolazione nel 2011 dovranno fornirsi di speciali sistemi anti-frode sia per l’utilizzo online che per quello allo sportello. Di alcune delle iniziative per il controllo di sicurezza online avevamo già parlato in precedenti articoli citando i progetti  SecureCode ed il Verified by Visa.

Il sistema, annunciato già da un po’ dall’Ufficio centrale antifrode mezzi di pagamento del ministero dell’Economia (Ucamp) e della Guardia di Finanza, prevede innanzi tutto l’espulsione dal circuito di tutti i commercianti che accettino carte di pagamento clonate o rubate. A questa iniziativa si aggiunge anche la norma Sepa dell’Area unica dei pagamenti in euro, ovvero la direttiva sui Servizi di Pagamento (Payment Services Directive – ). Il sistema , di cui abbiamo parlato, prevede in pratica che, per ogni operazione di pagamento, siano utilizzati sia il Chip che il Pin della carta assicurando maggiore sicurezza dei dati (anche se come abbiamo già citato in precedenza la cosa non è proprio ancora garantita). Inoltre queste modifiche delle condizioni di pagamento dovranno essere applicate a tutti gli stati membri, insieme ad una serie di altre norme che vorrebbero favorire realmente la libera circolazione economica e uguali condizioni di mercato in tutta Europa, oltre ad aumentare il livello di sicurezza e trasparenza per tutti i pagamenti.

BancaSella, ha già adeguato le sue carte ma, in attesa che tutti gli esercenti si dotino degli strumenti necessari alla lettura di questo sistema, permette ancora l’utilizzo della carta con la sola firma del titolare. Unicredit ha da tempo presentato un simile sistema; non ci resta che aspettare che tutti compiano il grande passo verso un sistema di pagamento virtuale più sicuro.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>