Home » Carte di credito, Conto corrente, Prestiti e finanziamenti, Risparmio e Famiglie

Grande crescita dell’home banking: il futuro del conto è online

26 aprile 2011
Pubblicità

Gli esperti prevedono una forte crescita dell’ già dal prossimo anno

Le crescita dell’home banking potrebbe comportare un aumento del numero di clienti che salirebbero così a quota 1.740.000. Il dato è offerto dalla ricerca della School of Management della Bocconi, realizzata per conto di che prevede un aumento dei clienti che conta ad oggi 1.100.000, vale a dire il 3,7 per cento della “popolazione bancarizzata”. Dallo studio emerge un’elevata probabilità del passaggio alla banca diretta, per non parlare dell’eventuale aggiunta dei 3.900.000 potenziali nuovi clienti: coloro che ritengono “abbastanza probabile” una scelta in questa direzione nel prossimo anno. Sempre secondo l’indagine, tra tre anni le banche dirette dovrebbero poter contare su un potenziale alto di 2.200.000 nuovi clienti, e di un potenziale allargato di 4.140.000. A questo punto si potrà parlare di un vero boom del settore. Il tasso di sviluppo effettivo delle previsioni è correlato strettamente al grado di apprendimento e di trasformazione della società, come fa notare Umberto Filotto, professore della Sda-Bocconi.

Le caratteristiche dei clienti che stanno agevolando la crescita dell’home banking

Le caratteristiche più accattivanti che la banca diretta può offrire ai suoi clienti sono costituite dall’abbattimento dei costi di utilizzo del conto online. In molti casi il conto prevede di poter maturare interessi non elevatissimi ma paragonabili a quelli degli investimenti meno rischiosi. Secondo il 50% degli intervistati l’home banking è più conveniente, interpreta meglio le esigenze del risparmiatore, offre una comunicazione più chiara e trasparente ed eroga un servizio d’assistenza più accurato.
Nel passato, ciò che ha impedito la crescita dell’home banking è stata la scarsa alfabetizzazione informatica degli italiani. In questi anni però le cose stanno cambiando in meglio ed ora anche persone con più di cinquant’anni dimostrano molta più dimestichezza con le tecnologie informatiche. I ricercatori della Sda-Bocconi fanno osservare che le nuove tecnologie si stanno evolvendo in modo tale da essere sempre più intuitive e di facile utilizzo.
La banca diretta è apprezzata anche per l’efficienza: è veloce e non costringe l’utente a trascorrere il suo tempo libero in una lunga fila.
L’indagine dimostra anche che la banca diretta non è per tutti. C’è sempre una percentuale di clienti (il 15,4% degli intervistati) che rimane ostinatamente attaccata alla propria banca, più per pigrizia che per scelta consapevole.
Altre tipologie di clienti ( il 29% degli intervistati) sono molto ben disposti verso la banca diretta e ne apprezzano la comodità e semplicità del servizio che fa risparmiare tempo da dedicare ad attività più piacevoli: impegni personali, famiglia, amici. I soggetti che maggiormente si dimostrano disposti al cambiamento sono i consumatori che hanno determinato il successo del mercato low cost.
Negli anni a venire si prevede quindi una forte crescita dell’home banking, destinato a diventare il canale principale attraverso cui l’utente usufruirà dei prodotti bancari.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>