Home » Carte di credito, Conto corrente

Federconsumatori contro Unicredit su commissione per i versamenti

12 febbraio 2010
Pubblicità

Anche le banche fanno di tutto per evitare le file agli sportelli e qualche volta per incentivare i clienti all’utilizzo degli atm mettono in atto strategie discutibili. A quella utilizzata da proprio non è piaciuta ed ha presentato un esposto all’Antitrust per pratiche commerciali scorrette.

Dal 1° febbraio i clienti Unicredit che intendono versare, tramite assegni o contanti, somme di qualsiasi importo, non possono rivolgersi al personale della filiale, ma devono necessariamente utilizzare i Bancomat. E per scoraggiare il ricorso all’assistenza del personale, il gruppo ha imposto il pagamento di una commissione pari ad 3,00 euro per ogni operazione di versamento effettuata allo sportello. Anche per i prelievi per somme inferiori ad 1.500 euro, si può usufruire del personale interno alla filiale pagando una commissione di 3 euro, mentre per i prelievi superiori non è dovuta alcuna commissione. 

Per Federconsumatori proibire l’interazione con il personale dipendente è una pratica scorretta in particolare per gli anziani e per le persone poco pratiche dei meccanismi automatici.
Di qui l’esposto all’autorità garante della concorrenza, dove viene sottolineato che la condotta di Unicredit “appare poco corretta e lesiva degli interessi dei consumatori ed utenti, a maggior ragione dal momento che non è dato sapere se la misura delle suddette commissioni è stata indicata nei prospetti analitici e sintetici, relativi alla trasparenza delle condizioni bancarie”.

UniCredit, dal canto suo ha dichiarata in merito alla nota di Federconsumatori, che “oggi come ieri per i versamenti i clienti possono utilizzare liberamente sia lo sportello che i bancomat evoluti. La commissione di 3 euro riguarda unicamente i prelievi allo sportello fino a 1500 euro per i quali il cliente può avvalersi sempre e comunque dell’alternativa gratuita del bancomat. Da questa sono esentate le fasce più deboli come gli over 65.
Questa commissione risponde all’esigenza di spostare le operazioni di base dallo sportello alle macchine per permettere un migliore ed efficiente utilizzo della banca così come avviene in altri mercati.”

fonte: http://www.lamiafinanza.it/default.aspx?c=14&s=13&t=1&a=11424


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>