Home » Carte di credito

CDP e Poste Italiane: il libretto postale diventa una carta magnetica

11 novembre 2009

libretto-postale-cardE’ nata la Carta , la tessera magnetica realizzata dalla e da  per unire le peculiarità del libretto ai vantaggi dei servizi elettronici.

Dal 16 novembre i titolari di Libretto Nominativo Ordinario potranno richiedere la nuova carta ed accedere ad una serie di servizi vantaggiosi. I titolari potranno ritirare denaro contante, visualizzare il saldo del Libretto e la lista dei movimenti direttamente presso gli sportelli automatici (ATM) della rete Postamat. Il tetto massimo giornaliero per i prelievi è di 600 euro, quello mensile di 2.500 euro.

Per i pensionati che hanno scelto l’accredito gratuito della pensione sul Libretto postale viene estesa l’assicurazione a copertura di eventuali rischi di furto, attualmente disponibile solo sui “Conti correnti postali”, con un plafond assicurativo massimo pari a 700 euro.

La Carta non sono prevede spese o commissioni per il rilascio, l’uso, il blocco e la sostituzione della CARD per smarrimento, furto o distruzione.

“Il Libretto postale italiano è uno strumento che Cassa depositi e prestiti emette sin dal 1875, è integralmente ed esplicitamente garantito dallo Stato e non ha mai avuto costi e commissioni per il risparmiatore – ricorda l’Amministratore delegato di CDP, Massimo Varazzani - oggi il questo strumento si arricchisce con la Carta di prelievo elettronico, che consentirà un utilizzo più flessibile e rispondente alle esigenze dei nostri risparmiatori, in particolare per le fasce più disagiate della nostra clientela”.

fonte: http://www.sanremonews.it/it/internal.php?news_code=103385

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>