Home » Carte di credito

Carta Postamat Maestro, addio code

27 gennaio 2010

Carta Postamat Maestro

Per tutti quelli che odiano fare lunghe file per ogni operazione allo sportello, banche e finanziarie creano sempre più sistemi scorciatoia, di solito grazie all’utilizzo, per un sempre maggior numero di operazioni, delle carte e dell’ATM.

Anche abbina ai suoi conti corrente la possibilità di richiedere la Carta Postamat Maestro. La Carta Maestro costa 10€ annui e permette di ritirare gratuitamente il proprio denaro presso qualsiasi sportello Postamat. I prelievi possono essere effettuati attraverso POS Euro e non Euro del circuito Cirrus/Maestro pagando rispettivamente 1,75€ e 2,58€ per ogni operazione. Restano gratuiti i pagamenti e gli acquisti presso il circuito Maestro.

L’unione dei circuiti Maestro, Postamat e Cirrus permette un utilizzo più ampio della carta sia in Italia che all’estero. Non esistono limiti di prelievo o pagamento se l’operazione viene effettuata presso uno sportello Postamat, se non quelli legati alla disponibilità di liquidità sul proprio conto corrente , cui la carta attinge; in alternativa è possibile ritirare fino a 600€ al giorno e 1.600 al mese presso sportelli ATM comuni abilitati.

Utilizzando la Carta Postamat Maestro si ha poi la possibilità di ricaricare direttamente dalla carta telefonini PosteMobile, TIM, Vodafone, 3 e Wind e, con le opzioni legate a BancoTim, si può ricaricare la propria SIM con un semplice SMS o chiamata; è inoltre possibile pagare i pedaggi autostradali attraverso passaggio VIAcard sulle autostrade abilitate all’uso del servizio.

Fonte: http://www.posteitaliane.it/bancoposta/cartedipagamento/postamatmaestro.html

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>