Home » Agevolazioni fiscali, Professionisti e Imprese

Scadenze fiscali luglio 2010 lavoratori autonomi

16 giugno 2010
Pubblicità

Per i lavoratori autonomi, nelle loro varie tipologie, ecco le da non dimenticare per il mese di luglio 2010:

Locazione immobili e ICI:

  • Entro il 30 luglio i titolari di contratti di locazione dovranno versare l’imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 1/7/2010 utilizzando il modello F23 presso Banche, Agenzie Postali o Concessionari.
  • Entro il 16 luglio i proprietari di beni immobili o titolari di diritti reali di godimento sugli stessi dovrano regolarizzare il versamento dell’acconto ICI 2010 non effettuato o effettuato in misura insufficiente entro il 16 giugno 2010 (ravvedimento), versando l’imposta, maggiorata di interessi legali, e della sanzione ridotta al 2,5%, con bollettino di c/c/p intestato al Concessionario presso le Agenzie Postali, direttamente presso i Concessionari o tramite le Banche convenzionate o bollettino di c/c/p intestato al Comune presso le Agenzie Postali o le Banche convenzionate, nonché utilizzando il Modello F24 presso Banche, Agenzie Postali, Concessionari o con modalità telematiche.

IVA:

  • Entro il 16 luglio persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati, titolari di partita Iva, che hanno scelto nella dichiarazione dei redditi – Unico 2010 – il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 16 giugno 2010 devono versare la 2^ rata dell’Iva relativa al 2009 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,4% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2010 – 16/6/2010 (con applicazione degli interessi nella misura dello 0,33% – 4% annuo), utilizzando il modello F24 con modalità telematiche.
  • Quelli che invece hanno preferito evitare il pagamento annuale dovranno versare in unica soluzione o come 1^ rata, l’IVA relativa al 2009 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,4% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2010 – 16/6/2010, con l’ulteriore maggiorazione dello 0,4%
  • Entro metà mese le persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 e che si avvalgono del regime agevolato per le nuove attività (c.d. forfettino) dovranno versare, in unica soluzione o come 1^ rata, dell’IVA relativa all’intero anno 2009 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,4% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2010 – 16/6/2010, con l’ulteriore maggiorazione dello 0,4%

IRAP e IRPEF:

  • Sempre entro il 16 luglio i soggetti interessati dagli studi di settore nella dichiarazione Unico 2010 dovranno versare l’Irap relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi con la maggiorazione dello 0,4%, utilizzando il modello F24 con modalità telematiche.
  • Gli stessi dovranno inoltre versare l’eventuale maggiorazione del 3% per effetto dell’adeguamento spontaneo agli studi di settore – con la maggiorazione dello 0,4% e l’IVA relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi con la maggiorazione dello 0,4%
  • Gli stessi soggetti, alle stesse scadenze dovranno versare anche l’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi con la maggiorazione dello 0,4%, utilizzando il modello F24 con modalità telematiche.
  • L’irpef dovrà essere versato anche dalle persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 e che si avvalgono del regime agevolato per le nuove attività (c.d. forfettino), in unica soluzione o come 1^ rata, dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF dovuta in base alla dichiarazione dei redditi – Unico 2010 – con la maggiorazione dello 0,4% utilizzando il modello F24 con modalità telematiche
  • Persone fisiche che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 e che si avvalgono del regime agevolato dei “contribuenti minimi” dovranno versare entro il 16 luglio, in unica soluzione o come 1^ rata, dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF, dell’IRAP e dell’IVA dovuta in base alla dichiarazione dei redditi – Unico 2010 – con la maggiorazione dello 0,4%
  • Le Persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 devono allo stesso modo versare in unica soluzione o 1^ rata, le imposte IRPEF ed IRAP a titolo di saldo per l’anno 2009 e di 1° acconto per l’anno 2010 con la maggiorazione dello 0,4%

Imposta sostitutiva:

  • mentre le persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 dovranno versare in unica soluzione o come 1^ rata, dell’ imposta sostitutiva sulle plusvalenze conseguite a partire dal 1/7/1998 dovuta in base alla dichiarazione dei redditi – Unico 2010 – con la maggiorazione dello 0,4%
  • Alla stessa scadenza imprese ed enti equiparati effettueranno il versamento della prima o unica rata dell’imposta sostitutiva nella misura pari al 6%, entro l’importo massimo di 300 milioni di euro, sulle plusvalenze iscritte in bilancio derivanti dalla valutazione ai corsi di fine esercizio delle disponibilità in metalli preziosi per uso non industriale (art. 14 D.L. n. 78/2009) utilizzando il modello F24 con modalità telematiche Codici tributo: 1830 – imposta sostitutiva sulle plusvalenze iscritte in bilancio derivanti dalla valutazione, ai corsi di fine esercizio, delle disponibilità in metalli preziosi per uso non industriale- art. 14, dl. 1/07/09, n. 78 – Saldo

Tassazione separata:

  • Entro il 16 luglio, persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati che presentano la dichiarazione dei redditi – Unico 2010 verseranno, in unica soluzione o come 1^ rata, dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata, non soggetti a ritenuta d’acconto, con la maggiorazione dello 0,4%

I dettagli e le scadenze complete potranno essere reperiti sul sito internet ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>