Home » Agevolazioni fiscali

Prestiti ai dipendenti e agevolazioni fiscali

3 giugno 2010

I dipendenti pubblici e di grosse aziende, possono spesso ottenere prestiti di varia natura e importo a tassi agevolati direttamente dalla ditta che li impiega o attraverso istituti con essa convenzionati. È il caso, ad esempio, dei prestiti INPDAP. Per questi prestiti è possibile applicare alcune agevolazioni fiscali che, conferma l’, non vengono meno anche se il datore di lavoro contribuisce in maniera percentuale ad abbattere il tasso di interesse del finanziamento, purché l’importo offerto dal datore di lavoro non entri, di fatto, nella disponibilità del dipendente. L’importo in pratica dovrà essere direttamente collegato al pagamento degli interessi del prestito e non potrà essere messo a disposizione dell’impiegato in maniera libera, ovvero versato sul suo conto corrente.

In questi casi, infatti, l’azienda riduce l’importo della rata dovuta dal proprio dipendente e per questo il risparmio del lavoratore può concorrere alla formazione del reddito di lavoro dipendente e quindi usufruire dei regimi agevolati. La norma chiarificatrice segue una serie di richieste del pubblico in periodo di dichiarazione dei redditi.

Fonte: http://www.aziende-oggi.it/archives/00061746.html

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>