Home » Prestiti e finanziamenti

Torino: assegni alle famiglie in difficoltà

23 febbraio 2010

Dalla Provincia di arrivano gli assegni di stostegno alle famiglie in difficoltà. Un prestito di 1000 euro al mese a fondo perduto garantito per un anno e prorogabile per altri 12 mesi, che Torino mette a disposizione per agevolare chi è alla ricerca di un lavoro, o rischia di perdere quello che ha, oppure ancora ha la fragilità di un impiego ottenuto da non più di tre mesi; Il bonus sarà a disposizione, anche di tutti coloro che hanno la necessità di prendersi cura di un familiare a carico come figli piccoli, anziani, disabili e/o malati; per tutti quelli che soffrono di problematiche che rimandano essenzialmente all’universo femminile.

Per poter accedere al prestito a fondo perduto si dovrà presentare un ISEE inferiore ai 40 mila euro annui. Il buono potrà essere speso direttamente per una serie di servizi alla persona autorizzati dalla Regione: scuole dell’infanzia pubbliche o paritarie, baby-parking, servizi mensa, attività estive offerte dalle scuole, strutture per gli anziani, centri per disabili etc. «Il voucher permetterà il rimborso delle spese sostenute e documentate - spiega l’assessore provinciale - Volendo, è possibile non anticipare la spesa dei servizi. La Provincia può attivare una convenzione con la struttura prescelta e pagare direttamente il costo del servizio erogato».
Il capitali da distribuire a fondo perduto sono un totale di 2 milioni 170 mila euro e saranno erogati fino ad esaurimento fondi direttamente a chi ne farà domanda e risulterà in possesso dei requisiti richiesti.

Fonte: http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/138502/

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>