Home » Prestiti e finanziamenti

Sostenere gli studi privati… fondi dedicati

13 aprile 2010
Pubblicità

Dalla crisi sono state travolte tutte le categorie di lavoratori, chi più chi meno; non sono di certo usciti indenni i professionisti, singoli o associati, che pur avendo retto il colpo forse meglio di altri, hanno sensibilmente ridotto i propri introiti. Non possiamo però dimenticarci che anche gli studi professionali fanno girare l’economia ed hanno quindi bisogno di tutto l’aiuto possibile.

Iniziative di sostegno alle professioni arrivano dall’Ebipro, Ente bilaterale nazionale per gli studi professionali, che ha dato il via alla creazione di un fondo da 500.000 euro che servirà a sostenere i lavoratori professionisti in tempo di crisi per farli rimanere sul mercato, evitando la perdita di posti di lavoro. Le misure previste dal fondo non sono ancora a regime, ma Ebipro sta lavorando alacremene sulle regole di gestione ed accesso al fondo così da renderle note quanto prima. Lo scopo è sostenere gli studi professionali attraverso una serie di strumenti pratici; il fondo, poi, trarrà alimentazione da lavoratori e datori di lavoro stessi, grazie ad una normativa che prevedrà l’inserimento di una clausola all’interno del prossimo rinnovo contrattuale, ancora poco chiare le modalità.

Fonte: ItaliaOggi 08/04/2010 pag. 35


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>