Home » Mutui, Mutui a Tasso Variabile, Mutuo Edilizio, Prestiti alle Imprese, Prestiti e finanziamenti, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Rapporto Bankitalia: ad aprile i prestiti alle famiglie crescono del 5,3%

13 giugno 2011

Nel rapporto Bankitalia salgono anche i tassi del credito al consumo


Secondo il rapporto Bankitalia i mutui erogati alle famiglie italiane ad aprile sono più cari: il tasso di crescita stimato da Bankitalia e’ salito al 5,3%, rispetto al 5,1% di marzo. Per quanto riguarda i prestiti alle società non finanziarie, il tasso e’ sceso al 4,4% dal 4,7% del mese precedente. Dunque, in base a quanto si legge nel Supplemento Moneta e Banche di Bankitalia, i tassi di interesse sui mutui finalizzati all’acquisto della casa, e erogati alle famiglie nel mese di aprile, registrano una crescita del tasso medio taeg sopra il 3,31%, rispetto al 3,23% di marzo. Tale tasso è comprensivo delle spese amministrative, istruttorie e assicurative.
Per quanto riguarda i tassi di interesse sulle nuove erogazioni di credito al consumo si registra una crescita base di dieci punti (8,84% dall’8,74% di marzo).

Calo dei prestiti al settore privato nel rapporto Bankitalia

Sempre secondo il rapporto Bankitalia ad aprile si registra, invece, un calo dei prestiti al settore privato del 4,2%, rispetto al 4,6% di marzo. Il tasso di crescita in base all’anno precedente include anche le società finanziarie non bancarie. Dunque, i tassi sui finanziamenti erogati alle imprese sono aumentati di 12 punti rispetto al mese di marzo.
Per maggiori approfondimenti sul rapporto Bankitalia si invita a leggere il supplemento monete e banche pubblicato sul sito della Banca d’Italia.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>