Home » Prestiti e finanziamenti, Professionisti e Imprese

Prestito veloce, finanziare e banche attente alla pubblicità ingannevole

17 giugno 2010
Pubblicità

Sempre più banche e finanziarie pubblicizzano la possibilità di ottenere prestiti, anche piuttosto elevati, in maniera Rapida e Veloce, due parole che non dovrebbero mai essere accoppiate alla parola Prestito.

Un Prestito Veloce o un Prestito Rapido è di per se un prodotto pericoloso; pericoloso per il cliente e pericoloso per chi lo eroga.

Pubblicizzare un prestito veloce è un sorta  di pubblicità ingannevole; innanzi tutto perché le procedure di erogazione di un prestito sono sempre piuttosto complesse e richiedono una serie di controlli che hanno i loro tempi; i prestiti rapidi sono, in genere, poco sicuri, vediamo perché.

Come Banca di Italia ha spesso evidenziato, lo si legge tra le righe anche della nuova riforma del TUB (), Banche e Mediatori ex 107 devono fare molta attenzione alle tempistiche di erogazione.

Ogni richiesta di prestito dovrebbe essere valutata con la dovuta perizia; gli enti eroganti, prima di proporre un contratto, dovrebbero infatti  valutare bene le situazioni di rischio, la solvibilità ed affidabilità del cliente e la sua capacità di comprendere completamente ogni clausola contrattuale; questi procedimenti richiedono una tempistica lunga e la fretta, si sa, non è mai una buona consigliera.

Per chi il prestito lo richiede, infatti, una stipula non ben considerata può fare più male che bene. Anche se ci piace vedere il male un po’ ovunque è giusto ammettere che, in molti casi, se la banca rifiuta un prestito è perché ha già calcolato che, per varie ragioni, il cliente non sarà solvibile e si troverà così, molto presto, in una situazione di sovra indebitamento.

Concedere un prestito con leggerezza è un problema per chi lo eroga (perché potrebbe perdere denaro per insolvenza) e per chi lo riceve (perché potrebbe non essere in grado di restituirlo e trovarsi in una situazione ancora più difficile).

È bene quindi che si presti attenzione ad ogni singola richiesta nei tempi, seppur prolungati, che permettano una buona analisi della situazione in ogni suo aspetto.

Non fidatevi dei , spesso sono erogati in maniera sconsiderata e potrebbero rivelarsi un boomerang pericoloso.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>