Home » Prestiti e finanziamenti

Nuovo prestito FinBusiness microcredito anche per cattivi pagatori

25 giugno 2010
Pubblicità

Vi abbiamo parlato in passato di numerosi prestiti, come la cessione del quinto, adatti anche ai , o di finanziamenti dedicati agli anziani.

Le pubblicità sono molte, a volte ingannevoli, a volte in buona fede, l’importante quando si sceglie un prestito è leggere attentamente tutte le condizioni del finanziamento, anche quelle scritte in piccolo.

Per chi cerca un prestito di lieve entità sul mercato è presente anche la FinBusiness che offre un prestito da 5.000 a 30.000 euro adatto anche per o cattivi pagatori e persino per coloro che abbiano superato gli 85 anni d’età.

Le condizioni economiche del prestito cambiano logicamente, in base al profilo del richiedente, pur riportando qui una recensione di questo prodotto vi chiediamo, però, di fare molta attenzione a questo genere di offerte che possono, a volte, nascondere delle insidie.

FinBusiness permette di utilizzare il proprio preventivatore online per ottenere in tempo reale un’offerta valida; tuttavia siamo soliti suggerire ai nostri lettori di diffidare da coloro che offrono prestiti a chiunque ed in qualunque circostanza, le società più affidabili, infatti, sanno che la gestione del rischio impone una certa cautela nell’erogare un prestito che potrebbe portare il richiedente all’indebitamento insostenibile.

Fonte: http://finbusinessitalia.com/


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

1 commento »

  • andrea ha scritto:

    Siete soliti raccomandare di diffidare da coloro che offrono prestiti a…… E fate bene!! La società nominata nell’articolo opera sia in qualità di mediatore che di agente: nella prima veste non può offrire prestiti ma esclusivamente consulenza e servizi; nella seconda veste dovrebbe quantomeno indicare la banca o l’intermediario finanziario mandanti per non creare nel potenziale utente la falsa idea di essere essa stessa soggetto erogatore.
    A conferma del rilievo sopra esposto, è sufficiente andare sul sito del soggetto in questione per evidenziare la mancanza di tale indicazione e del fatto che in vari passaggi venga ribadita l’assenza di spese di mediazione e/o istruttoria, a tal punto che sorge spontanea la domanda: ma questi campano d’aria?
    A presto e grazie dell’attenzione.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>