Home » Prestiti e finanziamenti

Nuovi poteri di vigilanza alla Bce

2 febbraio 2010
Pubblicità

bce più poteri

Al vaglio della Commissione Europea 13 nuove norme; dopo l’avvio della lenta ripresa la () vuole nuove regolamentazioni che le diano più potere. Come sottolinea Mario Draghi, governatore di Banca di Italia la Bce potrebbe non essere mai in grado di assicurare la mancanza di nuove crisi ma con le adeguate norme sarà certamente in grado di intervenire per tempo, arginandone gli effetti collaterali.
L’autority di vigilanza, Banca Centrale Europea, vuole pieno accesso ai dati prudenziali degli istituti di credito nazionali e dei maggiori istituti nazionali. Vuole inoltre essere inserita nell’elenco degli organismi europei deputati a dare origine ad attività di controllo e gestione, in caso di situazioni di emergenza.  Un altro degli obiettivi inderogabili poi, sarebbe l’inserimento di persone fidate, senza potere di voto, nei maggiori consigli direttivi, come quello di Esma, Eiopa ed Eba. Secondo l’istituto europeo i nuovi poteri sarebbero lo strumento adatto ad arginare future crisi e permetterebbero, inoltre, un maggiore controllo della finanza internazionale.

Fonte: MF 28/01/2010 Pag. 6


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>