Home » Prestiti e finanziamenti

Mysura per l’arredamento

17 novembre 2011
Pubblicità


Mysura Arredamento

è il prestito personale destinato a chi intende cambiare o acquistare l’arredamento di casa, ideato da Creditis Servizi Finanziari, gruppo Carige. Mysura si rivolge ai cittadini dai 18 ai 75 anni (età entro la quale il finanziamento sarà estinto), siano essi lavoratori dipendenti (anzianità richiesta: 3 mesi), autonomi (anzianità richiesta: 12 mesi) o pensionati. Il prestito può essere richiesto presso qualsiasi agenzia Creditis. Sul sito Creditis è possibile prenotare un appuntamento con un consulente. Per richiedere Mysura occorrono: un documento d’identità valido (se non si è cittadini UE il permesso di soggiorno con ingresso in Italia da un anno), il codice fiscale e un documento di reddito (dichiarazione, busta paga o cedolino).

 

Il tasso è fisso, l’erogazione avviene sul conto corrente bancario e il rimborso, in rate mensili, avviene attraverso RID bancario o bollettini postali. Per realizzare il proprio progetto d’arredamento, Creditis può finanziare da1.000 a75.000 euro, rimborsabili attraverso un piano d’ammortamento che può andare dai 12 ai 120 mesi, a seconda delle esigenze del cliente. Se ad esempio chiediamo un prestito da 19.250 euro a Creditis, rimborsabile in 90 mesi, la nostra rata mensile ammonterà a 300,75 euro. Il TAN ammonta allo 9,29%, il TAEG al 10,24 %. Mysura può essere coperto da polizza assicurativa (“Lucky”), che incide sul rimborso mensile, seguendo il nostro esempio, in questo modo: la rata aumenta a 316,25 euro, con un TAN del 9,27% e un TAEG dell’11,92%.

 
Con Mysura Arredamento
Le spese accessorie sono: il 5% dell’importo finanziato (per un massimo di 750 euro) per le spese d’istruttoria, 1,65 euro per le spese d’incasso rata (per i bollettini postali 1,20 euro), 14,62 euro di imposta di bollo. Non sono previste spese per l’invio periodico della documentazione. Creditis offre inoltre la possibilità, ai propri clienti, di posticipare al termine del piano di ammortamento un massimo di due rate non consecutive. Il cliente può anche scegliere di cambiare il proprio piano di rimborso. Le opzioni “Salto rata” e “Modifica modalità di rimborso” sono attivabili dal cliente, ciascuna al costo di 10 euro. La penale per l’estinzione totale anticipata ammonta all’1% del credito rimborsato in anticipo se la vita residua del contratto è superiore ad un anno, allo 0,5% se il contratto, al momento dell’estinzione, dura 12 mesi o meno. Il diritto di recesso può essere esercitato dal consumatore entro 14 giorni dalla conclusione del contratto.

 

I vantaggi del prestito “Mysura” finalizzato all’acquisto dell’arredamento consistono nell’avere un unico interlocutore, un consulente che gestisce la pratica del cliente dall’inizio alla fine del rimborso. Il tasso, nell’esempio riportato, è nella norma, e Creditis garantisce comunque una certa flessibilità, offrendo al cliente la possibilità di posticipare due rate a fine piano. I rischi sono rappresentati dall’impossibilità di beneficiare di eventuali fluttuazioni al ribasso dei tassi d’interesse. Un ulteriore rischio, segnalato da Creditis, deriva dal possibile incremento di commissioni o spese a carico del cliente. Infine, il ritardo o il mancato pagamento possono essere causa di segnalazione, da parte di Creditis, al SIC (Sistemi di informazione creditizia), rendendo più difficile al cliente, in futuro, ottenere finanziamenti.

Mysura Arredamento


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>