Home » Prestiti e finanziamenti

Il FMI si sposta in Cina

8 novembre 2010

, India, Russia e Brasile acquistano sempre più spazio e potere nella governance del Fondo monetario internazionale; secondo gli ultimi cambiamenti al sistema delle quote e dei seggi all’interno del board, infatti, il 6% dei diritti di voto passa dalle economie avanzate a quelle emergenti, e la Cina diventa così il terzo Paese in ordine di importanza, dopo Stati Uniti e Giappone.  Dei 24 seggi di cui è composto il board, dieci sono riservati a Usa, Giappone, Cina, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, India, Russia e Brasile.

Con gli accordi raggiunti al termine di lunghe trattative diplomatiche gli europei hanno rinunciato a due seggi per cederli alle economie emergenti. L’intesa prevede che le quote siano raddoppiate per un totale di 750 miliardi di dollari. Adesso ogni paese dovrà accettare l’accordo.

Quello che spaventa molti è il ruolo di primo piano assegnato alla Cina che alcuni stati vedono come un pericolo alle loro economie. C’è da dire però che i cinesi hanno ammesso  l’importanza della crescita americana per la ripresa economica globale e sembrano ben disposti ad accordi di gruppo per il bene dello sviluppo globale.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/economia/piu_cina_meno_europa_e__cambia_faccia/07-11-2010/articolo-id=485232-page=0-comments=1

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>