Home » Guide, Prestiti e finanziamenti

Evitare la crisi sociale, 30 miliardi di fondi alle pmi

25 gennaio 2010
Pubblicità

Evitare la crisi, commissario italiano designato all’industria e imprenditoria nella nuova Commissione Barroso è lapidario:

Lavorerò a stretto contatto con la Bei per verificare che i 30 miliardi stanziati a loro favore siano davvero destinati alle PMI”.

È importante infatti che la crisi finanziaria in Italia non diventi, ancora di più, una crisi sociale. La ripresa è possibile e con prestiti e credito alle aziende la luce sarà presto nuovamente visibile. Green Economy, innovazione e questione sociale sono i tre punti più importanti dello sviluppo futuro del paese; le aziende dovranno tenerne conto se vogliono salvarsi dal fallimento.

Il credito è pronto per l’erogazione, 30 miliardi destinati realmente allo sviluppo delle piccole e medie realtà imprenditoriali, prestiti che potrebbero significare il salvataggio del futuro aziendale della nazione, ma che devono essere distribuiti con logica ad aziende che possano sostenere l’innovazione, espandersi e creare un mercato anche all’estero, evitando sprechi e ritardi. Non molte sono, purtroppo, le piccole aziende italiane capaci di rispondere a questi standard, ma lo scopo di Tajani è proprio quello di portare il mercato italiano su un altro livello

Fonte: ItaliaOggi 19/01/2010 Pag. 11


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>