Home » Guide, Prestiti e finanziamenti

Cosa succede a chi non paga i debiti

29 giugno 2010
Pubblicità

Che cosa succede a chi non paga i debiti? prestiti contratti in momenti di crisi, rate della macchina o degli elettrodomestici, tasse, IVA, ICI, bollette, sono tante le spese di tutti i giorni che possono portarci all’indebitamento soprattutto perchè capita spesso che si dimentichino le scadenze e si incorra in problemi di messa in mora.

Dopo un certo numero di richiami da parte dell’azienda si passa alla fase più odiosa, il recupero crediti. Società specializzate si occupano di gestire, per conto terzi, il recupero delle quote da noi non versate, solitamente questa riscossione avviene con il pignoramento di beni di nostra proprietà.

Innanzi tutto bisogna prima riconoscere che è un errore arrivare a queste fasi, piccoli pagamenti come bollette della luce e tasse di proprietà si ingigantiscono con il passare dei mesi proprio a casa degli interessi e delle penali per ritardo del pagamento, in più, se si giunge all’utilizzo di una società di recupero crediti solitamente si finisce con il pagare anche parte del loro onorario ed un debito di poche decine di euro si trasforma quasi sempre in uno di centinaia.

Insomma, quando possibile si dovrebbe cercare di saldare un debito appena possibile senza trascinarlo inutilimente perchè, mai come in questo campo, il tempo è denaro.

Quando entra in gioco una società di recupero credito dobbiamo fare molta attenzione che i nostri diritti siano tutelati, e per farlo dobbiamo conoscerli. Innanzi tutto il debitore ha pieno diritto di essere informato quando il suo credito viene ceduto ad altro soggetto così da essere sempre in grado di pagare puntualmente. Se quindi il prestito contratto con una banca viene ceduto ad un altro istituto dovreste riceverne tempestiva comunicazione con raccomandata A/R.

Queste comunicazioni servono per stabilire quale sia la società che leggitimamente può chiedervi la restituzione del debito, se questo adempimento non viene rispettato il difetto è della società che ha acquistato il vostro credito.  E’ vostro diritto chiedere copia delle Raccomandate per appurare il diritto della società di riscossione di imporvi il pagamento.

Se la società che vi richiede il pagamento è effettivamente leggitimata a farlo il prossimo passo è richiedere un estratto cronologico di conto. Questo documento evidenzia in dettaglio il calcolo degli interessi nel tempo, analizzandolo ci sarà possibile controllare che la cifra totale richiesta si esattamente la somma degli importi dovuti e relativi tassi e che non ci siano stati malfunzionamenti nel sistema che aumentino il nostro debito. In particolare bisognerebbe fare attenzione che i tassi non abbiano mai superato la soglia di usura, non ci siano errori di calcolo e che non siano stati calcolati interessi sugli interessi (meccanismo di anatocismo).

La ricezione di una comunicazioni di messa in mora del debitore è l’atto ufficiale che da il via al calcolo degli interessi di mora; essa viene inviata da ogni singola società che acquista il debito. E’ bene anche conservare queste comunicazioni.

Quando qualcuno di questi documenti manca solitamente la società di recupero credito offre al debitore un abbattimento forfetario di capitale ed interessi (saldo a stralcio dei debiti pregressi). Ricordatevi che, anche se è diritto della società non fornire i materiali e documenti di cui vi abbiamo parlato, se questa evenienza si presentasse sarebbe diritto del debitore non pagare e nessun giudice concederebbe decreto ingiuntivo.

Fonte: http://www.indebitati.it/2008/09/30/una-guida-di-sopravvivenza-per-debitori-assediati-pippo-e-le-societa-di-recupero-crediti-reloaded


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

5 commenti »

  • boezio ha scritto:

    SOCIETA’ DI RECUPERO CRDITI…TUTTE ABUSIVE!!!

    PERCHE’ NON VENGONO DA ME, CHE LE FACCIO CAMMINARE COME DEI TRENI! NON PRIMA DI AVERLE DENUNCIATE PER ESTORSIONE E RICATTO, SE NON ANCHE DI USURA. (ANZI L’HO GIA’ FATTO PIU’ DI UNA VOLTA, VINCENDO SEMPRE)

  • joy ha scritto:

    ciao mi chiamo joy,oggi mi e’ arrivata una lettera dal tribunale che mi devo presentare, dicendo che io ho fatto un prestito che non ho pagato.io questo prestito non l’ho mai fatto e purtroppo non ho le prove….in questo caso cosa mi potrebbe succedere?

  • anna90 ha scritto:

    salve oggi sn venuti a casa due signori dei recupero crediti io vorrei sapere al 100 % cosa ti fanno se non paghi grazie

  • gaetano ha scritto:

    ho una srl, la vorrei chiudere, non ho debiti x forniture merci, ho multe stradali da pagare,se non le pago posso chiudere la srl? se non le pago cosa succede all’aministratore? se la possono predere con i beni personali dell’aministratore?

  • luca ha scritto:

    salve vorrei sapere che succede se uno fa un prestito e poi si trasferisce all estero,che puo succedere in questo caso se uno non paga!?

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>