Home » Banca della Campania, Prestiti e finanziamenti

BANCA DELLA CAMPANIA – MUTUO DOLCE CASA

17 novembre 2011
Pubblicità

Banca della Campania – Il mutuo “Dolce Casa”è un finanziamento a medio-lungo termine finalizzato all’acquisto di immobili per uso abitativo. Tale mutuo, come di consueto,viene estinto dal cliente con il pagamento periodico di rate mensili, comprensive di capitale e interessi, secondo un tasso che può essere fisso o variabile. L’importo massimo finanziabile non può essere inferiore ai 40.000 euro, superiore ai 350.000 euro e non può sopravanzare l’80% del valore commerciale dell’immobile risultante da perizia. La durata di suddetta tipologia di finanziamento oscilla tra i 60 ed i 240 mesi. E’ tassativamente prescritto che la somma risultante dalla durata del mutuo e dell’età del mutuatario non sia superiore a 75 anni; per i mutui cointestati, il limite massimo di 75 anni viene calcolato sull’età del richiedente più anziano.

In caso di finanziamento a tasso fisso, il TAEG si assesta al 7,99% (mutuo decennale d’importo pari ad euro 100.000), assumendo l’Irs quale parametro di riferimento (spread massimo 4,50 punti percentuali in più del precedente parametro di riferimento). La sua durata va da un minimo di 60 ad un massimo di 120 mesi.

Qual’ora il mutuo fosse a tasso variabile, il TAEG (mutuo decennale di euro 100.000,00, tenendo conto del parametro di indicizzazione Euribor 6 mesi e dello spread pari a 4,50 punti) sarà del 7,02%. Il finanziamento a tasso variabile consta di alcune varianti rispetto al precedente: in primis la sua durata non può eccedere i 240 mesi; in secondo luogo è plausibile l’applicazione di un tasso fisso (opzione), per un periodo massimo di 5 o 10 anni. L’opzione potrà essere esercitata più volte, con preavviso di almeno 45 giorni ed il tasso applicato sarà pari al valore del parametro di riferimento, rilevato due giorni lavorativi antecedenti la data di decorrenza, maggiorato dello spread. Qui di seguito un’esemplificazione sommaria di mutuo dotato di una componente variabile al momento della stipula: in caso di finanziamento decennale,d’importo pari ad euro 100.000, con tasso di riferimento al 6,300%, si dovrà corrispondere una rata mensile pari 1.125,33 euro; qual’ora il mutuo fosse quindicennale, il tasso d’interesse resta immutato, ma la rata mensile ammonterà ad euro 860,15; infine, in caso di finanziamento ventennale (tasso di riferimento al 6,300%), la rata mensile sarà di euro 733,85. I casi sopraccitati non contemplano eventuali riduzioni-aumenti del tasso di riferimento su base biennale.

In merito alle spese accessorie, è necessario citare: istruttoria (il cui valore dovrà essere concordato con il professionista incaricato), perizia CRIF (fornita dalla società CRIF al costo di € 208,33 + IVA 20%), imposta sostitutiva (0,25% della somma erogata, per l’acquisto della prima casa), assicurazione immobile (i beni soggetti ad ipoteca vanno assicurati, a favore della banca ed a proprie spese, contro incendio, fulmine e scoppio. Per ulteriori informazioni sui premi, consultare i fogli informativi).

I vantaggi-svantaggi delle due differenti tipologie di mutuo considerate sono strettamente correlate al tasso d’interesse: in caso di mutuo a tasso fisso, il principale svantaggio consiste nel non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato; tuttavia, il tasso fisso è consigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell’ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalla
variazione delle condizioni di mercato.
Qual’ora si optasse per un mutuo a tasso variabile, il rischio principale è l’aumento imprevedibile e consistente dell’importo delle rate. Il tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l’andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate.

 

Banca della Campania

http://www.bancacampania.it/nuovatrasparenza/PartePrima/1.12.10%20Mutuo%20Dolce%20Casa.pdf

http://www.bancacampania.it/nuovatrasparenza/Trasparenza05392.htm

Link utili Banca della Campania


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>