Home » Carte di credito, Prestiti Personali

Usa: Crolla il Credito al consumo. Americani stanchi dei debiti?

14 gennaio 2010
Pubblicità

credito-al-consumo-usaLa grande crisi ha messo paura anche agli americani, mettendo finalmente un freno alla loro congenita predisposizione al prestito e all’.

Negli dieci ultimi mesi le famiglie americane hanno drasticamente limitato il ricorso alle banche. Ma la contrazione registrata a novembre è risultata la più forte dal 1980. Il è calato infatti di 17,5 miliardi di dollari. Una cifra decisamente superiore alle attese degli operatori che scommettevano su una contrazione di 5 miliardi di dollari.

Lo comunica la .che ha inoltre registrato una flessione dell’8,5% su base annuale preoccupante davvero se si pensa che i consumi rappresentano oltre il 70% del prodotto interno lordo.

Per gli analisti la riduzione del ricorso al credito non è attribuibile esclusivamente alla fase di recessione o ad una restrizione dell’accesso al credito da parte delle banche: l’entità del calo fa pensare che gli americani abbiano deciso di cancellare i propri debiti.

Dopo anni di lassismo finanziario sembra che le famiglie statunitensi abbiano messo in moto la propria coscienza creditizia. Non a caso di recente è stata lanciata la campagna , che invita i clienti delle banche ad una migliore gestione e consapevolezza del proprio denaro.

fonte: ItaliaOggi 14 gennaio 2010


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>