Home » Cessione del credito, Prestiti e finanziamenti, Prestiti Personali, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato: le banche si adattano alla crisi

14 giugno 2011
Pubblicità

Quali prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato?


La concessione di prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato sta diventando sempre più frequente in questi ultimi periodi, complice l’attuale crisi economica che ha reso più precarie le prospettive di lavoro dei dipendenti. Fino a qualche tempo fa chi chiedeva un prestito poteva offrire come garanzia il proprio contratto a tempo indeterminato che di fatto rappresentava un documento affidabile che attestava un legame duraturo tra il lavoratore e l’azienda. L’istituto di credito, quindi, aveva la sicurezza di recuperare il credito concesso. Oggi però non è più così: il contratto a tempo determinato è diventato per molti, in particolar modo i giovani, una chimera e le banche devono purtroppo fare i conti con questa realtà. Proprio per queste ragioni, sono sorti sul mercato prodotti finanziari ideati ad hoc per i lavoratori dipendenti che hanno un contratto a tempo determinato. Il più comune può essere paragonato alla categoria di prestiti con cessione del quinto e il richiedente non deve far altro che offrire la sua busta paga come garanzia.

Le garanzie richieste per concedere prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato

La differenza che c’è tra i prestiti concessi ai dipendenti con un impiego a tempo indeterminato ed i prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato è sostanziale: in primo luogo, la durata del finanziamento non può essere superiore alla durata del contratto di lavoro. Di conseguenza, per essere sicuri di poter onorare il debito, è opportuno richiedere piccole somme in quanto il richiedente, alla scadenza del contratto di lavoro, non potrà più offrire alla banca alcuna garanzia.
Somme simili a quelle ottenibili con una normale cessione del quinto sono concesse per prestiti ai lavoratori con contratto a tempo determinato che dimostrino uno stipendio più elevato o una durata del contratto particolarmente lunga.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

3 commenti »

  • andrea ha scritto:

    ho il contratto a TEMPO DETERMINATO Mi scade il a fine anno il GARANTE PER LA RICHIESTA DI UN PRESTITO LO PUO’ FARE MIO SUOCERO

  • Pamela ha scritto:

    Salve,io vorrei capire una semplice cosa!
    Io e il mio ragazzo stiamo per sposarci,vorremmo sapere se è possibile avere un prestito di 5.000 E.
    Il mio ragazzo lavora come operaio metalmeccanico da Agosto 2011 con contratto a tempo determinato! Gli viene rinnovato ogni 4 mesi…
    Il prossimo contratto gli scade a fine agosto 2012. Sicuramente gli verrà rinnovato di nuovo e questa volta dovrebbe essere rinnovato a 6 mesi!
    Il lavoro c’è sicuro! Ora vorremmo solo sapere se è possibile avere il prestito o meno!
    Grazie

  • adolf ha scritto:

    sono tutte balle nessuno ti fa prestiti se non hai un lavoro fisso

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>