Home » Carte di credito, Cessione del quinto, Mutui, Prestiti Finalizzati, Prestiti Personali

Il 26% degli italiani ha un prestito: mutui e prestiti finalizzati i più richiesti

11 novembre 2009
Pubblicità

abiLe famiglie italiane che hanno contratto un finanziamento rappresentano circa il 26% con un valore medio del debito per famiglia di circa 10 mila euro. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’, Giovanni Sabatini, nel corso dell’audizione alla Camera dei deputati sul credito al consumo.

In Italia la consistenza del credito al consumo erogato sia da banche che da società finanziarie sono passate da circa 46 miliardi di euro di fine 2002 a oltre 109 miliardi a giugno 2009 (+137%). A giugno 2009 il credito al consumo rappresentava il 28,6% degli impieghi alle famiglie e il tasso di crescita rispetto all’anno precedente è stato dell’8,5% pari a 8,6 miliardi di euro da 100,8 a 109,5 miliardi di euro, rispetto al 7,5% dello stesso periodo dell’anno precedente pari a 7 miliardi di euro da 100,8 miliardi di euro a 93,8 miliardi di euro.

Se fino al 2005 i finanziamenti venivano erogati in percentuale maggiore dalle banche, dal 2006 sono stati gli altri intermediari finanziari a detenere il primato nella concessione del credito al consumo: ”Tale situazione - ha detto Sabatini - e’ in parte riconducibile alla maggiore crescita registrata dai prodotti di credito finalizzato rispetto alle altre forme tecniche, prodotti che vengono offerti in misura minore dalle banche”.

Ecco la classifica dei finanziamenti più richiesti secondo l’Abi:
- il 62,8% dei prestiti e’ costituito dai mutui per un totale di 239,9 miliardi di euro,
- l’11,2% dal prestito ‘finalizzato’ stimato in circa 42,7 miliardi di euro.
- il 10,3% dai per circa 39,4 miliardi di euro
- il 4,6% dalle carte di credito revolving per circa 17,5 miliardi di euro
- il 2,6% dalla cessione del quinto dello stipendio/pensione, per circa 9,8 miliardi di euro, il, e
- l’8,6% da altri prestiti che non sono riconducibili nè al credito al consumo, ne’ ai mutui e assommano a circa 32,7 miliardi di euro.

Tuttavia Il livello di indebitamento per i nuclei italiani è ancora molto basso rispetto a quello degli altri paesi europei. A fine 2008 i debiti erano di poco inferiori al 60% del reddito disponibile, il grado di indebitamento e’ ancora inferiore alla media dell’area dell’euro (93%), e in particolare e’ prossimo al 130% in Spagna, superiore al 90% in Germania e attorno all’80% in Francia e in Belgio… una magra consolazione.

fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2009/11/banche-finanziamenti-sabatini-famiglie-indebitamento.shtml?uuid=8aa6c53c-ce14-11de-b9f0-3e218276b82d&DocRulesView=Libero


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>