Home » Mutui, Prestiti Personali

Adusbef: il pizzo delle banche italiane sui consumatori

15 settembre 2009

banche”Mentre le banche di Eurolandia prestano i soldi con una forchetta ragionevole tra raccolta ed impieghi, il cartello dei signori banchieri italiani gonfiano gli utili di bilancio a spese dei consumatori nel silenzio complice di colluse autorità vigilanti”.
Non risparmia i toni accusatori il presidente dell’, Elio Lannutti, durante la presentazione degli ultimi dati relativi al divario tra banche italiane e banche europee.

I dati dell’Adusbef sono elaborati sulla base delle rilevazioni della da cui emerge che per i mutui fondiari, infatti il maggior onere affrontato dal cliente italiano rispetto alla media europea e’ passato dal +0,07 di gennaio 2009, al +0,61 per cento di giugno. 
Per i prestiti personali ed il credito al consumo, invece, il differenziale tra i tassi praticati in Italia e quelli della media Ue e’ passato dal +1,64 al +2,14%.

Lannutti sintetizza la situazione con un esempio “un consumatore che contrare un mutuo di 100.000 euro in Italia, e’ costretto a pagare un differenziale di tasso di +0,61, ossia il 5,18% rispetto al 4,57% della media Ue, pagando una vera e propria taglia” un consumatore che contrae un mutuo di 100.000 euro in Italia, é costretto a pagare un differenziale di tasso dello 0,61%, ossia il 5,18% rispetto al 4,57% della media Ue, pagando una vera e propria taglia al sistema bancario paramafioso ed irresponsabile”.

fonte: http://www.tuttoconsumatori.it/archivio/2009/09/caroprestiti_ad.shtml

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>