Home » Prestiti alle Imprese

Nuovi imprenditori francesi ed italiani per uno sviluppo sostenibile

26 gennaio 2010

Francia nuove impreseIn Francia 575mila nuove aziende sono nate malgrado il periodo di recessione; questo grazie alla promulgazione di una nuova legge, quella dell’auto-imprenditorialità.

La legge permette ai cittadini di divenire imprenditori con pochi click online, micro imprese che però sbalzano ad un + 75% l’indice di crescita delle aziende nazionali francesi. Sarkozy può adesso contare su circa 320mila nuovi auto imprenditori (le previsioni, ampliamente superate, prevedevano circa 200mila richieste); il tutto si tradurrà in 200 milioni di euro in arrivo nelle casse dello stato attraverso il fisco. Un ottimo risultato se si considera che nel periodo della crisi la Francia ha contato il più alto numero di fallimenti dal 1993.

L’auto-imprenditorialità francese è dedicata allo sviluppo dell’artigianato, delle attività autonome di raccolta e vendita di prodotti da bosco, alla vendita online a tanto alto.

Vedono, invece, una ripresa gli investimenti laziali dedicati agli artigiani locali. Mentre la Francia festeggia l’Italia fa i conti, dopo il -10% nei primi 9 mesi del 2009 segnato dall’indice di richiesta di prestiti per imprese artigiane del Lazio, si sale ora ad un +8,6% per tutte le imprese artigiane con meno di 20 impiegati (mentre quelle di maggiore dimensione segnano un netto -3,8%), insomma gli artigiani del centro Italia investono di più soprattutto nelle scorte e soprattutto grazie ai fondi regionali a sostegno del credito all’impresa.

Fonte: Il Sole 24 Ore 20/01/2010 Pag. 9, 15

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>