Home » Prestiti alle Imprese

Crediti dalle PA bloccati per legge

29 gennaio 2010
Pubblicità

paAlcune delle imprese italiane che stanno soffrendo il lento recupero dalla crisi avrebbero in realtà diverso denaro a disposizione se le pubbliche amministrazioni debitrici si decidessero a restituire prestiti accumulati con prestazioni non pagate.

E’ infatti ignobile che l’Italia debba vedere le proprie imprese indebitarsi con prestiti richiesti alle banche quando effettivamente potrebbero disporre di regolari fondi guadagnati con il proprio lavoro. Purtroppo però la legge finanziaria blocca qualsiasi operazione di rivalsa, per almeno 12 mesi, nei confronti di quelle pubbliche amministrazioni commissariate o in rosso, come nel caso delle che rientrano nel gruppo di disavanzo sanitario.

Ma è giusto che un’azienda debba ricorrere al prestito d’impresa perché non può recuperare un credito vantato presso le pubbliche amministrazioni? E’ questa la domanda che si pongono in molti e per trovare una risposta ecco che le imprese soggette a questa restrizioni si sono rivolte all’Unione Europea. Più precisamente il TaiisTavolo interassociativo imprese dei servizi – che racchiude gli interessi di oltre 18.000 aziende italiane ha deciso di rivolgersi alla Commissione Europea contro la disposizione che vieta di avanzare le richieste di restituzione dei pagamenti, pignoramenti, etc… i debiti congelati infatti, sempre secondo la stessa normativa, non produrranno nemmeno interessi e questo proprio non va giù alle centinaia di imprese che intanto vedono chiudere la produzione per colpa della crisi e devono a loro volta ricorrere a prestiti il cui interese però non è certo fermo.

Fonte ItaliaOggi 26/01/2010 Pag. 8


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>