Home » Prestiti alle Imprese

Banche Usa non perdono il vizio, Obama ordina nuove tasse sui bonus

15 gennaio 2010
Pubblicità

USA FlagFautrici della crisi finanziaria non hanno certo imparato dai loro errori. Dopo la catastrofica prassi di pagare ai trader finanziari stipendi spropositati per raggiungere alti margini di guadagno, che ha portato alle bolle speculative ed alla crisi finanziaria degli ultimi anni, le banche danno il via ad un nuovo ciclo.

Per nulla infastidite dai problemi dell’ultimo periodo incassano gli aiuti governativi e riprendono le vecchie abitudini. Bonus astronomici sono una forma di ricompensa per chi fa guadagnare le banche in barba agli ultimi appelli di moderazione provenienti dal G20. A nulla serve sottolineare come i soldi rimessi in gioco vengano da aiuti statali (quindi dalle tasche dei cittadini) e da Banche centrali e che sarebbe una normale prassi re-immetterli nel mercato a disposizione di questi finanziatori.

Tocca al governo alzare la testa e proclamare l’introduzione di nuove delle banche e dei loro collaboratori. Un taglio che arriva al 50% del bonus stesso per i sudditi della regina e vede vittime anche in Spagna e Francia. L’America, invece, lancia un’operazione di recupero del credito erogato che punta al rientro di oltre $90bn. Molte le scappatoie in allestimento per venir meno a queste normative. 117 i miliardi che dovranno rientrare nelle tasche dell’america governativa, in una manovra che si calcola possa richiedere più di 12 anni per la completa attuazione. La proposta dovrà adesso attendere il vaglio del Congresso ma già atterrisce i 10 maggiori istituti di credito che si calcola andranno a restituire il 60% dell’importo totale.

Fonte: ItaliaOggi 15/01/2010 Pag. 11


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>