Home » News, Primo piano, Risparmio e Famiglie, Scadenze Fiscali, Ultime notizie

Riscossione tributi di Equitalia, nuovi poteri concessi dall’Agenzia delle Entrate

4 ottobre 2011

Riscossione tributi di Equitalia, previsti pignoramenti, ipoteche e ganasce fiscali sulle auto e i vani posseduti

Per quanto riguarda la riscossione tributi di Equitalia, L’ ha conferito alla stessa nuovi poteri. Nello specifico Equitalia, dopo 60 giorni dall’avviso al contribuente, potrà procedere nei suoi confronti mediante diverse modalità, tra cui l’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile del cittadino ritenuto “infedele”, comunicando nel contempo l’evasione dal pagamento alla centrale rischi delle banche, che chiuderà di conseguenza tutti i fidi.
La riscossione tributi di Equitalia potrà altresì avvenire mediante il pignoramento del conto corrente, rendendo nella sostanza impossibile poter disporre del proprio denaro. Essa potrà inoltre applicare pignoramenti verso terzi tramite le ganasce fiscali sulle auto e i vani posseduti.

Riscossione tributi di Equitalia: previsto obbligo di pagamento con ridotte possibilità di ricorso

Attraverso la riscossione tributi di Equitalia, il ministro dell’economia, Giulio Tremonti, intende raccogliere 13 miliardi di euro. E’ questo l’obiettivo da raggiungere nei prossimi mesi, grazie anche all’introduzione di norme più severe. Nello specifico il contribuente sarà tenuto al pagamento della somma addebitatagli entro 61 giorni dall’avviso, a prescindere dalla sua ricezione. Bisognerà corrispondere l’intero importo o un terzo di esso più gli interessi in caso di contestazione. Tutto ciò dovrà avvenire prima che venga istruito un processo amministrativo che stabilisca la ragione o il torto del diretto interessato. Una volta avviato il ricorso, al contribuente non potranno essere effettuati pignoramenti ma sarà possibile da parte del fisco ipotecare una casa e bloccare l’auto. In merito alla riscossione dei tributi da parte di Equitalia, prevista per il cittadino la possibilità di una proroga di pagamento di 150-180 giorni, in mancanza di liquidità, oppure l’adesione ad un concordato che prevede un cosiddetto sconto con trattativa.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>