Home » Primo piano, Professionisti e Imprese

Riforma del TUB controlli bancari

14 luglio 2010

Con la Riforma del TUB, , per banche ed istituti di credito sono molte le novità e tanti ancora i dubbi applicativi. Questa volta parliamo dei sistemi di controllo bancari, in particolare: nelle 400 banche di credito operative i sindaci potranno restare anche revisori legali, almeno per il momento, e le banche continueranno, invece, ad investire di questo potere società iscritte all’albo o persone fisiche nel caso di società non quotate.

Questo il chiarimento tanto atteso che resterà valido almeno fino all’emanazione dei regolamenti previsti dall’art. 43 del dlgs 39/2010.

Con l’introduzione e l’applicazione della nuova norma tutte le banche dovranno nominare obbligatoriamente un revisore esterno iscritto al registro Unico, i conferimenti saranno validi per 9 anni, secondo quando indicato dall’Abi i nove anni non terranno conto del periodo precedente la normativa. Per tutti coloro, invece, già assoggettati al 159 del Tuf prima dell’entrata in vigore della nuova normativa non è ancora chiaro se saranno conteggiati anche gli anni precedenti di consulenza.

Fonte: ItaliaOggi 30/06/2010 pag. 20

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>