Home » Primo piano, Professionisti e Imprese

Riforma del TUB controlli bancari

14 luglio 2010
Pubblicità

Con la Riforma del TUB, , per banche ed istituti di credito sono molte le novità e tanti ancora i dubbi applicativi. Questa volta parliamo dei sistemi di controllo bancari, in particolare: nelle 400 banche di credito operative i sindaci potranno restare anche revisori legali, almeno per il momento, e le banche continueranno, invece, ad investire di questo potere società iscritte all’albo o persone fisiche nel caso di società non quotate.

Questo il chiarimento tanto atteso che resterà valido almeno fino all’emanazione dei regolamenti previsti dall’art. 43 del dlgs 39/2010.

Con l’introduzione e l’applicazione della nuova norma tutte le banche dovranno nominare obbligatoriamente un revisore esterno iscritto al registro Unico, i conferimenti saranno validi per 9 anni, secondo quando indicato dall’Abi i nove anni non terranno conto del periodo precedente la normativa. Per tutti coloro, invece, già assoggettati al 159 del Tuf prima dell’entrata in vigore della nuova normativa non è ancora chiaro se saranno conteggiati anche gli anni precedenti di consulenza.

Fonte: ItaliaOggi 30/06/2010 pag. 20


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>