Home » Assicurazioni, Banche e Istituti di Credito, News, Primo piano, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Previdenza complementare: una scelta obbligata secondo ABI ed ANIA

11 ottobre 2011
Pubblicità

L’obbligatorietà della Previdenza complementare: una soluzione per il problema delle pensioni

L’obbligatorietà della previdenza complementare può essere, secondo l’opinione del presidente dell’Abi () e del Monte dei Paschi di Siena, Giuseppe Mussari, una soluzione al problema delle pensioni. Nello specifico l’introduzione del regime contributivo ha generato un gap previdenziale, dato dal rapporto tra l’ultimo reddito percepito e la pensione attesa, che va colmato mediante l’accumulo di risorse soggette a rivalutazione. Questo è un problema che riguarda soprattutto i giovani che hanno tutto l’interesse a mantenere inalterato il proprio tenore di vita, una volta cessata l’attività lavorativa. Bisogna ragionare in prospettiva magari sacrificando una piccola percentuale del reddito che costruirà gradualmente la cosiddetta pensione di scorta che andrà ad integrare quella pubblica.

Previdenza complementare: lo strumento per sopperire alla carenza di risorse pubbliche

La scelta della previdenza complementare è auspicabile anche secondo il presidente dell’Ania, Fabio Cerchiai, il quale sottolinea che le risorse pubbliche non sono più sufficienti a garantire prestazioni pensionistiche accettabili, a causa dell’indebitamento pubblico e della crescita demografica. E’ tuttavia di fondamentale importanza per il soggetto che aderisce alla previdenza complementare, godere di un beneficio fiscale per le risorse accumulate , perché sarebbe una contraddizione pagare le tasse con i rendimenti ottenuti nel corso degli anni.
Il presidente di Axa, Henri de Castries, afferma invece che ad essere in crisi è tutto il sistema previdenziale europeo, che, a suo avviso, dovrebbe essere molto più elastico anche in virtù delle migliori attese di vita della popolazione. La previdenza complementare, quindi, diventa una scelta obbligata per affrontare in modo più sereno gli anni della vecchiaia.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>