Home » Primo piano, Professionisti e Imprese

Nuovo TUB, ecco le osservazioni di Altroconsumo

25 giugno 2010
Pubblicità

Abbiamo parlato più volte in quest’ultimo periodo della nuova direttiva sul credito al consumo che va a modificare il , e la normativa sulla trasparenza. Da un pò di tempo la norma è stata resa disponibile per il pubblico così da suscitare commenti costruttivi che potrebbero servire alla sua successiva modifica.

, la famosa associazione dei consumatori, ha analizzato il testo per suggerire qualche osservazione di miglioramento. L’ufficio studi di Altroconsumo, nella persona di Anna Vizzardi ha espresso il suo parere sulla riforma sottolineandone alcuni aspetti non troppo scorrevoli:

Un’osservazione generale che emerge dall’analisi dei decreti di recepimento è che sulle questioni importanti (tipo definizione del nuovo Taeg o informativa precontrattuale, o pubblicità, o contratto) il MEF lascia alla Banca d’Italia il compito di provvedere con apposito provvedimento. Si tratta a nostro avviso di un’inutile perdita di tempo visto che la direttiva è molto chiara su questi aspetti, quasi imperativa (sono addirittura previsti degli allegati per il modulo europeo di raccolta delle informazioni e per la definizione del Taeg). Le nostre osservazioni tendono a far inserire da subito nel decreto dei paletti specifici rifacendosi alle norme della direttiva”.

Secondo l’associazione, a parte qualche punto un po’ contorto, la nuova normativa va a vantaggio del cliente che viene maggiormente tutelato, sia in caso di inadempimenti (che possono ora portare alla rescissione del contratto e rimborso immediati) che in materia di estinzione anticipata (che al di sotto dei 10.000€ non è più sanzionabile).

Ma Altroconsumo non è ancora del tutto convinta e vorrebbe qualche ulteriore miglioria, in particolare una norma che preveda l’obbligo dei finanziatori di mettere bene in chiaro i moduli europeei delle informative precontrattuali.

Si tratta di una richiesta molto importante tesa a superare il gap informativo riscontrato sul campo con le inchieste nei negozi che dimostrano un’offerta poco trasparente e professionale proprio dei prestiti finalizzati – ha spiegato la Vizzardi - abbiamo inoltre chiesto che fosse sempre allegato al contratto la tabella di ammortamento in modo da permettere al consumatore di conoscere fin da subito rate periodiche e capitale residuo. Vorremmo poi che fosse previsto per gli scoperti di conto non affidati un indicatore sintetico del costo, utilissimo per far capire al consumatore quanto gli costa veramente andare in rosso sul conto. Vorremmo poi che gli articoli di recepimento della direttiva oltre che inseriti nel TUB continuassero a rimanere all’interno anche del Codice del Consumo mentre la proposta del MEF invece prevede la loro abrogazione dal Codice del Consumo”.

Tra le altre richieste che “L’Organismo previsto nel TUB a controllo dell’attività dei mediatori deve prevedere al suo interno anche dei rappresentanti delle associazioni dei consumatori e l’esame da sostenere per l’abilitazione deve riguardare anche la normativa a tutela del consumatore”.

Il parere dell’associazione dei consumatori è molto chiaro e soprattutto inflessibile, se riforma ci deve essere che sia completa e studiata nei dettagli; ma cosa ne pensate voi dei suggerimenti di Altroconsumo?

Fonte: http://www.simplybiz.net/index.php?option=com_content&view=article&id=1122:riforma-del-credito-le-osservazioni-di-altroconsumo-ai-decreti-di-recepimento-della-direttiva&catid=47:la-voce-degli-operatori


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>