Home » Banche e Istituti di Credito, News, Primo piano, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Nuovo record dello spread tra BTp e Bund: il differenziale supera i 400 punti

14 settembre 2011
Pubblicità

Dopo un’apparente ripresa dei italiani nella serata di ieri si registra un nuovo record dello spread

Nuovo record dello spread tra BTp e Bund a dieci anni: ieri sera il differenziale tra i titoli di Stato italiani e tedeschi ha raggiunto il picco dei 407 punti base, per poi scendere a 394 punti a fine giornata. Questo vuol dire che la leggera brezza di ottimismo degli ultimi giorni è stata spazzata via da una ventata di sfiducia. Si respira un’aria tesa in quanto il dato sul differenziale di ieri e oggi è tornato ad essere quello raggiunto ad agosto, per intenderci, prima che la disponesse l’acquisto dei BTp italiani. Tuttavia, ancor più critica è la situazione che riguarda i titoli a breve scadenza: lo spread tra BTp e Bund a due anni arriva a 441 punti base più dei titoli tedeschi, mentre quelli a cinque anni, sono arrivati a 461 punti base. Il fatto che i titoli di Stato italiani a breve termine siano maggiormente sfavoriti rispetto a quelli decennali denota una mancanza di fiducia nei confronti dell’Italia: il pericolo è che la crisi greca possa estendersi anche ad altri Paesi europei, tra cui appunto l’Italia.

Nuovo record dello spread tra Btp e Bund: quali sono i maggiori pericoli per l’Italia?

Uno dei principali motivi del nuovo record dello spread tra Btp e Bund è senza dubbio legato alla crisi del debito pubblico greco. Dunque, la preoccupazione degli investitori per un eventuale default della Grecia e dei Paesi più deboli porta inevitabilmente il mercato a stringere sui titoli di Stato italiani. Il rischio maggiore è che i rendimenti dei BTp raggiungano livelli ancora più elevati, mettendo in seria difficoltà il rifinanziamento dei 254 miliardi di euro di titoli di Stato che scadranno il prossimo anno. L’Italia non può permettersi di affrontare una recessione economica che impedirebbe, da un lato lo sviluppo delle imprese e, dall’altro la riduzione del debito pubblico, stimato ormai al 120% del Pil. Tali problematiche spiegano i motivi del nuovo record dello spread rispetto ai Bund, nonostante la BCE sia impegnata in una vigorosa attività a sostegno dei titoli di Stato italiani.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>