Home » Banche e Istituti di Credito, Guide, Guide Mutui, Mutui a Tasso Variabile, Primo piano, Ultime notizie

Mutuo offset: ecco le principali caratteristiche

20 settembre 2011

In cosa consiste un mutuo offset?

Il mutuo offset è una particolare tipologia di collegato ad un , le cui giacenze partecipano a moderare il carico di interessi previsto dal finanziamento. Dunque, il calcolo degli interessi non è effettuato solo sulla base del capitale residuo, bensì scaturisce dalla differenza tra quest’ultimo e le giacenze presenti sul conto. Inoltre, poiché l’ammontare dei depositi non è sempre costante, ne deriva che anche l’importo della rata del mutuo sarà calcolata mese per mese.

Vantaggi e svantaggi del mutuo offset

Il principale vantaggio di un mutuo offset consiste senza dubbio nella possibilità di economizzare sull’importo della rata mensile, avendo così una maggiore liquidità sul proprio conto corrente. Inoltre, per risparmiare ulteriormente sulla rata, è possibile collegare al mutuo offset anche più di un conto. Tale attività, infatti, si dimostra particolarmente vantaggiosa nel corso dei primi anni del piano di rimborso. In genere, questa determinata tipologia di mutuo prevede un tasso annuo effettivo globale (Taeg) più basso del tasso nominale. Tuttavia, siccome si tratta di un finanziamento a tasso variabile, il risparmio sulla rata mensile non è sempre assicurato, in quanto è strettamente collegato agli andamenti degli indici a cui esso è collegato.
In Italia, il mutuo offset è stato “importato” dal Regno Unito solo da qualche anno e, a dire il vero, non ha riscosso un grande successo. Nonostante tutto, esistono sul territorio nazionale degli istituti di credito come IW Bank e CheBanca!che offrono almeno un prodotto di questo tipo nel proprio portfolio.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>