Home » Primo piano, Professionisti e Imprese

Le Tasse si pagheranno in tabaccheria

12 agosto 2010
Pubblicità

Basta code infinite in orari prestabiliti per versare i tributi dovuti secondo le cartelle esattoriali, da oggi le tasse si pagheranno nei centri commerciali e nelle tabaccherie il che vorrà dire che potremo tranquillamente versare il dovuto sotto casa anche nei fine settimana. Lo annunciano il Ministro per la PA e l’Innovazione Renato Brunetta e il presidente di Equitalia Attilio Befera. Secondo quanto programmato per la fine del 2010 sarà possibile pagare le tasse in tutto il circuito aderente a Reti Amiche (tabaccherie, centri commerciali, sisal…) ovvero in ben 60 mila sportelli in tutta Italia e con orari ben più flessibili.

La manovra non costerà un solo centesimo in più né al governo né ai cittadini e servirà anche a diminuire i costi di gestione di e sgravare gli uffici territoriali da una gran mole di lavoro.

I vari accordi saranno stipulati tra Equitalia ed i membri di Reti Amiche singolarmente e con modalità personali ma entro la fine dell’anno potremmo vedere realizzato questo obiettivo.

Dopo il versamento, effettuato grazie ad un codice a barre fornito insieme alla cartella esattoriale, sarà consegnato al pagante un regolare scontino a titolo di garanzia dell’avvenuto pagamento.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>