Home » Banche e Istituti di Credito, Guide, Guide Mutui, Mutui, News, Primo piano, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Il Codice di condotta europeo del mutuo: scopriamo in cosa consiste

5 settembre 2011
Pubblicità

Cos’è il codice di condotta europeo del mutuo?

Il codice di condotta europeo del mutuo è un documento condiviso dalle Federazioni bancarie europee e dalle Associazioni dei consumatori. La stesura di questo codice è iniziata nel 1997 e si è conclusa nel 2000. Si tratta in sostanza di un codice di comportamento per le banche il cui fine principale è di garantire la trasparenza delle condizioni di erogazione dei mutui offerti dai vari istituti di credito. Ciascuna banca, infatti, ha anche il compito di consentire una facile comparazione dei mutui offerti dai suoi competitors, oltre a mostrare il prodotto ai propri clienti secondo determinate linee guida. In questo modo, il consumatore potrà scegliere con maggiore consapevolezza il prodotto che si adatta meglio alle sue esigenze.
L’adesione al codice di condotta europeo del mutuo è facoltativa e, nel caso dell’Italia, è l’Abi () ad aver il compito di diffondere il codice a tutte le banche presenti sul territorio nazionale.

Quali informazioni sono contenute nel codice di condotta europeo del mutuo?

Il codice di condotta europeo del mutuo consente la comparazione dei prodotti creditizi attraverso l’analisi di 15 voci. I dati da tener in considerazione quando ci si appresta a scegliere un mutuo sono il nome della banca che eroga il mutuo, poi c’è la descrizione del prodotto (che contiene informazioni sull’importo erogabile, sul tipo di garanzie richieste e le modalità di rimborso). Particolarmente importante è poi la verifica dei tassi dove occorre valutare la misura del tasso (ad esempio il 3%), la tipologia di tasso (fisso o variabile), le modalità di variazione del tasso (ad esempio Euribor a tre mesi) e il Taeg, un indice sintetico del costo totale del credito espresso in percentuale. Va poi verificata la durata complessiva del contratto, la frequenza dei pagamenti, rimborsabili attraverso rate mensili o in un’unica soluzione. Altre voci di fondamentale importanza riguardano i costi accessori come le spese accessorie una tantum (ad esempio, costi di perizia, spese notarili e d’istruttoria pratica) e le spese accessorie ricorrenti (come i costi di assicurazione che non rientrano nel calcolo della rata). Il codice europeo per il mutuo riporta anche le voci che riguardano l’estinzione anticipata con eventuale penale, i riferimenti dell’ufficio reclami della banca, un esempio indicativo di piano di ammortamento e tutti gli obblighi a carico del mutuatario (l’apertura di un conto corrente in filiale e/o la busta paga).
La guida completa al codice di condotta europeo del mutuo è scaricabile dal sito internet dell’Abi.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>