Home » Banche e Istituti di Credito, Finanziamenti Pubblici, News, Primo piano, Ultime notizie

Fondo salva Stati: i Paesi del G20 pensano a un piano da 3mila miliardi per proteggere l’Euro

26 settembre 2011
Pubblicità

Gli obiettivi del Fondo salva Stati

I ministri delle finanze dei Paesi del G20 sono impegnati in questi giorni ad elaborare un piano per ampliare il Fondo salva Stati (European Financial Stability Facility ), il cui obiettivo primario è salvare la moneta unica in vista del fallimento della Grecia.
L’indiscrezione è arrivata dal quotidiano inglese Sunday Times che ha pubblicato una parte del piano, il quale prevede l’ampliamento del fondo bailout a 3.000 miliardi di euro, attualmente dotato di 440 miliardi di euro.
I capitali saranno impiegati, in primis, per ricapitalizzare 16 banche europee, maggiormente esposte in caso di default della Grecia. Dunque, secondo gli esperti è solo questione di tempo: il fallimento di Atene pare ormai inevitabile. L’unica soluzione possibile allo stato attuale è fare in modo di circoscrivere gli effetti del default solo a Grecia, Portogallo e Irlanda, evitando che Italia e Spagna vengano anch’esse travolte.

L’importanza del Fondo salva Stati per evitare la crisi europea

In questa situazione “è indispensabile che il Fondo salva Stati sia rinforzato per garantire l’afflusso di liquidità sui mercati”. Ad affermarlo è Lorenzo Bini Smaghi, economista italiano e membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, nel corso delle operazioni volte ampliare la capacità dell’Fmi. Sempre secondo Smaghi, infatti, gli interventi dovranno essere realizzati con tempestività in modo tale che il sistema finanziario europeo reagisca agli attacchi che potrebbero colpirlo.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>