Home » Cessione del quinto, Finanziamenti, Guide, Mutui, News, Prestiti, Prestiti e finanziamenti, Primo piano, Ultime notizie

Costi dei finanziamenti: come fare per pagare di meno?

29 agosto 2011
Pubblicità

Le spese occulte sono quelle voci che incidono fortemente sui costi dei finanziamenti

Conoscere i costi dei finanziamenti è il primo passo per scegliere un prodotto di credito in modo consapevole. Prima o poi, infatti, ognuno di noi si troverà nella situazione di richiedere un prestito per realizzare un progetto di vita e, per non essere strozzato dai debiti, occorre fare molta attenzione alle informazioni di costo che caratterizzano un contratto di finanziamento.
In molti casi, infatti, i prodotti finanziari non consentono un facile bilancio dei costi perché le banche, per ovvi motivi, non hanno interesse a rendere chiare queste informazioni.
Un articolo de Il Sole 24 ore del 22 luglio scorso definisce col termine di “spese occulte” tutti i costi accessori che fanno aumentare gli oneri di un finanziamento.
Cominciamo a renderci conto di quanto costa un prestito, prendendo in considerazione, per il momento, solo i tassi di interesse. Ad esempio, alcune forme di credito al consumo (carte revolving) prevedono una soglia di usura al 25,65% (valore fissato periodicamente dalla Banca d’Italia) mentre, per un mutuo, la soglia di usura si attesta al 10,43% per il tasso fisso, e del 7,98% per il variabile. Per fortuna i dati appena riportati si riferiscono al limite massimo consentito mentre, la media attuale di interessi per un mutuo è fissata al 5,15% per il tasso fisso e al 3,19% per il variabile.

Alcuni consigli per risparmiare sui costi dei finanziamenti

Per risparmiare sui costi dei finanziamenti, dei consigli molto utili sono contenuti nell’articolo sopracitato del quotidiano Il Sole 24 ore. Il primo mito da sfatare, infatti, è quello che risiede nella credenza che un prestito sia più vantaggioso se si dilata il piano di ammortamento. Niente di più falso perché il montante cresce all’aumentare del tempo di estinzione del debito. Altro aspetto riguarda le spese di commissione della banca, come quelle di istruttoria, perizia, comunicazione, incasso rata, e assicurazione. Su quest’ultima voce, occorre fare una precisazione doverosa: le polizze assicurative agganciate ad un prestito, infatti, permettono alla banca di ottenere il margine di guadagno più consistente e, non è sempre obbligatorio sottoscrivere la polizza presso l’istituto che ha erogato il finanziamento. Non si deve mai accettare il primo preventivo, ma confrontare l’offerta con altri prodotti che presentano le medesime caratteristiche. A tal proposito, il web offre delle buone opportunità di comparazione dei prodotti veloci e sintetiche.
Infine, è possibile risparmiare anche sul conto corrente: per ottenere credito, infatti, non è obbligatorio aprire un conto corrente presso la banca che ha erogato il prestito.
Dunque, per contenere i costi dei finanziamenti il cliente deve cerare di ottenere le condizioni migliori sui costi bancari.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>