Home » Primo piano, Professionisti e Imprese, Risparmio e Famiglie

Controlli dal Fisco per spese superiori ai 3.600 euro. Decreto Milleproroghe, rinvio per le case fantasma

23 dicembre 2010
Pubblicità

fisco- agenzia delle entrate- dichiarazione codice fiscale: dal primo maggio sarà indispensabile, per coloro che faranno acquisti superiori ai 3.600 euro più Iva, dichiarare il proprio codice fiscale all’esercente, il quale lo invierà all’ Agenzia delle Entrate. La manovra, rinominata “”, farà parte del pacchetto anti-evasione che darà la possibilità al di recuperare circa 8 miliardi di euro in risorse all’anno, introducendo anche un certo controllo sull’attività delle imprese e sarà fondamentale nel confronto tra le dichiarazioni delle persone fisiche e le spese sostenute dalle stesse.

Riguardo alle operazioni effettuate nell’anno di imposta 2010, quindi già effettuate e quelle che si verificheranno  nei prossimi ultimi giorni dell’anno, la soglia sarà alta, 25.000 euro e riguarderà il business to business, cioè le transazioni tra soggetti ed Iva. Per effettuare le comunicazioni telematiche alle Entrate c’è tempo fino al 31 ottobre 2011; si ricorda, inoltre, che dal primo gennaio 2011 il tetto scenderà ai 3.000 euro Iva esclusa e che fino al 30 aprile 2011 non saranno coinvolte le operazioni per le quali non esiste l’obbligo di fattura (operazioni al dettaglio).

Intanto ci sono due mesi in più per denunciare le “case fantasma” sconosciute al Catasto, grazie al approvato ieri in Consiglio dei Ministri. Il Decreto prevede, inoltre, la liberalizzazione delle connessioni wi-fi nei locali pubblici; il divieto di vendere sacchetti di plastica negli esercizi commerciali dal prossimo primo gennaio; l’abrogazione delle norme del decreto Pisanu sul terrorismo che causava il blocco della diffusione delle connessioni internet wi-fi nei locali pubblici, per via dell’obbligo che avevano i gestori di registrare i documenti degli utenti. Slitta a fine febbraio la regolarizzazione degli immobili che non sono censiti dal Catasto. Per quanto riguarda il cinque per mille dell’Irpef destinato al volontariato, sono destinati 300 milioni di euro, più i 100 milioni di euro stanziati dalla legge di stabilità. Ripristinati i tagli all’editoria ed alle emittenti televisive; malcontento dai Comuni che attendevano un allentamento dei vincoli di bilancio. Per l’industria cinematografica sono state prorogate di sei mesi le agevolazioni fiscali per i produttori cinematografici. Per il Veneto, sospensione di tasse e contributi agli alluvionati fino a giugno 2011. La carta d’identità provvista di foto ed impronte digitali ci sarà solo dal 2012. Un anno di tempo per gli alberghi per adeguarsi alle nuove normative sugli incendi. Le graduatorie dei concorsi pubblici hanno avuto la proroga di una anno. Salta il piano del Ministro Bondi riguardo all’emergenza per gli scavi di Pompei, che verrà riproposto all’inizio del 2011 in un provvedimento apposito. Nessuna proroga, invece, degli sfratti per le categorie sociali deboli e pertanto i sindacati degli inquilini si pronunciano contro.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>